La favola di Darboe, cresciuto nello Young Rieti: esordio in Europa, incanta Pogba. Poi si racconta a Sky: “È un sogno, grazie Italia” | VIDEO

(r.l.) “È una cosa indescrivibile, ho tante emozioni e non so neanche come spiegarle. Noi cerchiamo di allenarci sempre al massimo quando andiamo in prima squadra. Il mister mi ha detto che sono forte e di giocare tranquillo: ho fatto questo quando sono entrato”. Ebrima Darboe è emozionato dopo la vittoria della Roma nella semifinale di ritorno d’Europa League contro il Manchester United. Un successo inutile, visto l’ampio vantaggio del Manchester all’andata, che ha regalato anzitempo la finale a Cavani e compagni. Ma per Darboe, originario del Gambia e accolto a Rieti quando aveva 15 anni (ora ne deve compiere 20) è stata la serata dell’esordio in Europa League. “Si era allenato bene e ho avuto il dubbio se farlo giocare dall’inizio. Ha giocato bene sembrava avere molta esperienza” ha detto Fonseca nel dopogara. LEGGI LA STORIA DI EBRIMA DARBOE

A Sky il gambiano con il cuore a Rieti ha raccontato la sua storia: “All’inizio De Rossi mi aiutava tanto assieme a Kolarov, mentre adesso sono legato a Diawara – ha dichiarato a Sky Sport – Ho questo sogno fin da quando sono piccolo, ma nascere in Africa è difficile se non hai supporto. Sono fuggito con due miei amici, ringrazio l’Italia che mi ha accolto. Dopo un anno ho conosciuto uno scout che mi ha cambiato la vita. Ero piccolo e avevo bisogno di una famiglia”. L’Italia, Rieti, lo hanno accolto e con lo Young Rieti lo hanno lanciato nel calcio che conta. È stata la Roma a dargli fiducia. E ora ne sta raccogliendo i frutti. GUARDA IL VIDEO

Prestazione, quella di Darboe ieri sera, che ha impressionato anche giocatori di livello top del Manchester United. Come Paul Pogba ma anche Bruno Fernandes. A fine partita non hanno potuto che fermare Ebrima Darboe per fargli i complimenti per la personalità con cui è entrato nel primo tempo. E il portoghese gli ha anche chiesto la maglia, dopo che a Manchester era stato Fernandes a dare la sua al giovane classe 2001, riporta ForzaRoma.info.

“Eravamo insieme ieri, Fonseca gli aveva detto di prepararsi perché avrebbe giocato nel secondo tempo – ha detto a Forzaroma.info il suo agente Giorgio Ghirardi – Di certo non si aspettava tutta la partita, ma comunque è un ragazzo che non ha paura di niente. Mi ha detto che non si sarebbe fatto nessun problema nel giocare e così è stato. Ha dimostrato una personalità incredibile, ma questo è un giocatore vero”.

Ebrima a Rieti è stato accolto dopo esser scappato dal Gambia. Poi le partite – da assoluto protagonista – con lo Young Rieti.  E per la Roma a notarlo è stata Miriam Peruzzi: “Devo ringraziarla – ha ricordato Darboe, come riporta ForzaRoma.info – perché mi ha cambiato la vita e mi ha fatto sentire in famiglia, quella che mi mancava”.

Foto: Lapresse via ForzaRoma.info ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.