Npc ancora battuta: Cremona schiacciasassi 84-68. Ancora contestazioni per Ceccarelli | FOTO

Foto: Gianluca VANNICELLI ©

(di Roberto Pentuzzi) La Npc Kienergia Rieti deve arrendersi ad una superiore Vanoli Cremona, squadra costruita per vincere il campionato 68-84. Il gruppo di coach Gabriele Ceccarelli rimane solo, ultimo in classifica a 6 punti, frutto del sorpasso effettuato dalla Stella Azzurra che nell’anticipo del sabato aveva vinto a Monferrato (prossima avversaria della Npc al PalaSojourner. Dopo la partita sono tornate le consuete contestazioni a Gabriele Ceccarelli nonostante il chiarimento dei giorni scorsi con gli ultras. TABELLINO

Cremona è andata in doppia cifra con ben 6 uomini (Eboua, Alibegovic, Pecchia, Caroti, Denegri e Mobio), per la Kienergia Geist ne ha segnati 24.

La lotta è tutta sotto canestro, tra il neo arrivato Paci per Rieti ed Eboua per Cremona, il lungo amarantoceleste si muove bene, ma l’altro fa meglio, 9 punti nel primo quarto, Geist è marcato bene da Caroti, la Vanoli prende un vantaggio di 11 punti, 12-23. La difesa cremonese costringe la Npc a giocare al limite dei 24 secondi che spesso deve fare forzature in attacco.  Geist prova ad entrare in partita e realizza 6 punti, Zugno accorcia un po’ le distanze con due esecuzioni dalla lunetta, il primo quarto termina 18-25.

I cambi effettuati da coach Cavina sono molto efficaci, entrano benissimo in partita Pecchia, Mobio ed Alibegovic; Denegri e Caroti dalla lunga sono una sentenza, a metà quarto il punteggio è 26-46. Nei restanti 5 minuti, gli arbitri dispensano con tanta facilità dei falli antisportivi, da una parte e dell’altra, il match si innervosisce, ma la Vanoli non si scompone più di tanto. Geist e Del Testa riducono di poco il gap, al riposo la Kienergia è sotto, 37-55.

La Npc la mette sulla grinta, prima Zugno, poi Del Testa realizzano 5 punti consecutivi, Eboua dall’altra parte commette 2 falli, ma capitan Denegri mette in campo tutta la sua esperienza, canestro ed assist, 42-64. L’americano Geist è poco servito e soprattutto non viene mai lasciato solo dai difensori avversari, riesce comunque ad infilare una tripla, Rieti sembra voler reagire, tra l’altro sono gravati di tre falli Eboua, Mobio e Caroti, ma gli ospiti rimangono saldamente avanti al trentesimo, 53-74.

La Vanoli è una squadra lunga e di alto livello, ha tanti giocatori a disposizione che gestiscono con saggezza il vantaggio, mentre Rieti può contare solo su Jordan Geist, troppo poco con una avversaria così, certo non era la partita giusta questa, finisce 68-84.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.