Il Palio del Velluto a Leonessa ritorna al suo antico splendore 

Ritorna in questo fine settimana il Palio del Velluto. A partire da venerdì 24 giugno Leonessa offrirà agli ospiti che la visiteranno il rituale suo fascino. Dopo un primo assaggio di atmosfera storica con la Giostra dei Tamburi svoltasi sabato scorso il bel borgo di Leonessa aprirà le sue porte ad una tradizione che affonda le sue radici nel tempo e che per 118 edizioni ha stimolato l’antagonismo fra gli abitanti dei sei sesti.

Leonessa si calerà nel 1541 e tra i suoi Sesti, tornerà a ribollire la passione per la conquista del Palio; così anche quest’anno i Sesti di Corno, di Forcamelone, di Poggio, di Croce, di Terzone e di Torre si sfideranno nei caratteristici giochi storici per la conquista dell’ambito pallium. Intorno a queste divertenti e spettacolari gare, prenderanno vita eventi che rappresentano un vero e proprio tuffo nel passato, come l’investitura dei cavalieri e la consegna della chiave della città al capitano del Popolo o  il mercatino storico in costume . Quest’anno ci sarà la novità di Manducando, un percorso gastronomico in stile rinascimentale che offrirà la possibilità di gustare un intero menù in sei portate distribuite nel centro storico in sei postazioni e di visitare nel contempo il borgo anche con approfondimenti grazie a numerose visite guidate , o di assistere alle gare ai cortei storici o agli spettacoli

Fra i momenti più attesi i tradizionali cortei suddivisi in piu’ momenti, quello delle corporazioni e dei popolani che assisterà alle  gare che si svolgerà il sabato pomeriggio, quello dei nobili con le fiaccole che si snoderà il sabato sera ed il grande corteo storico-allegorico con tanti figuranti in costumi d’epoca che accompagnerà Madama Margarita d’Austria. La manifestazione prevedrà tanti momenti di intrattenimento con la presenza degli sbandieratori de L’Aquila , di tanti gruppi tamburini e degli artisti della Compagnia del Drago nero che animeranno la scena con un coinvolgenti spettacoli di fuoco e giochi pirotecnici.

Tra le gare tipiche si svolgerà il torneo della “palla grossa”, un gioco simile al calcio storico fiorentino e la “gara del pane” che vedrà sfidarsi sei concorrenti femminili lungo un percorso ad ostacoli con una tavola e sei pagnotte da un chilo ciascuna sulla testa e la “Giostra del Velluto” competizione equestre tra i cavalieri dei Sesti. Questo fine settimana è il momento giusto per visitare Leonessa, avrete  ‘opportunità di conoscere un grazioso borgo montano con un impianto urbanistico di origine rinascimentale, con preziose opere architettoniche ed artistiche, bandiera arancione a ben mille metri di altitudine posto in un vasto altopiano tra gli Appennini al confine tra Lazio, Umbria e Abruzzo che offre agli appassionati di gite all’aria aperta la possibilità di effettuare splendide escursioni e di godere di buon cibo.

Foto: Marinelli ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.