MESSAGGIO ELETTORALE A PAGAMENTO

Scoppia focolaio covid in un reparto al De Lellis. Vietate le visite ai ricoverati, tornano le videochiamate

(r.l.) Un focolaio in un reparto non covid del De Lellis. Dieci pazienti (tutti asintomatici) e quattro operatori sono risultati positivi al coronavirus nel reparto Medinef. Una situazione emergenziale che ha fatto scattare trasferimenti nei reparti covid (a ieri occupati da 32 persone, 3 in terapia Intensiva) dei pazienti risultati positivi nella stessa Medinef.

Da ricordare he contano 40 posti totali tra Malattie Infettive, Degenza Infermieristica, e Terapia Intensiva.

A quanto risulta a RietiLife, a generare il focolaio potrebbero esser stati i visitatori esterni che, pur dotati di Green Pass, avrebbero comunque innescato il contagio nel reparto. Una situazione a cui Asl ha messo un freno, vietando da domani, 14 gennaio, l’accesso in ospedale ai visitatori se non per alcune categorie (leggi tutto qui). Per gli altri, cartella clinica esposta via telefono e contatti famiglie-ricoverati con i tablet e le videochiamate.

La nota di Asl: “Presso il reparto Medinef del presidio ospedaliero di Rieti, sono state registrate 10 positività al Covid-19 di pazienti che avevano contratto il virus nei giorni precedenti, all’esterno dell’ospedale. La direzione dell’ospedale ha prontamente spostato i pazienti in aree Covid dedicate. I pazienti al momento risultano tutti asintomatici: 2 sono stati dimessi e posti in quarantena presso il loro domicilio, 4 sono stati trasferiti in degenza infermieristica Covid per impossibilità di isolamento al domicilio e 4 in Malattie Infettive perché non dimissibili per la patologia di base. Contemporaneamente sono state poste in essere tutte le azioni igienico sanitarie per la sicurezza degli altri pazienti e del personale sanitario”.

Foto: RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email