La Piana di Rieti fra i patrimoni rurali storici italiani: ora si potranno proporre azioni per valorizzarla

Si è celebrata a Rieti in un Convegno tenutosi all’Auditorium Santa Scolastica l’iscrizione della Piana di Rieti nel Registro Nazionale dei Paesaggi Rurali Storici. Il selettivo e prestigioso riconoscimento arriva al termine di un lungo cammino promosso dalla Riserva Naturale dei Laghi Lungo e Ripasottile, che ha prodotto il corposo Dossier necessario alla candidatura, e dopo lunghi esami, sopraluoghi e un dibattito conclusivo presso il Comitato Scientifico del Ministero delle Politiche Agricole, è arrivato il parere positivo e il Decreto del Ministro che ha sancito l’ingresso delle Piana fra i più belli e celebrati paesaggi storici d’Italia.

Il Registro istituito nel 2014, conta ad oggi 27 paesaggi iscritti, che rappresentano l’eccellenza dell’Italia, come le Colline del Prosecco, i Vigneti terrazzati della Valtellina, gli oliveti monumentali della Puglia, o le Langhe. Unanime la soddisfazione espressa durante il Convegno da tutti gli intervenuti per l’ammissione della Piana nel ghota dei paesaggi italiani. Adesso si apre una fase di progettualità e nuove prospettive: 4 rappresentanti dei paesaggi italiani fra i quali anche il redattore del Dossier della Piana, sono stati eletti nel Congresso Nazionale dei Paesaggi Storici tenutosi a Firenze il 5 Novembre, per partecipare alla redazione delle proposte dei paesaggi storici da inserire nella nuova Politica Agricola Comunitaria, che darà poi origine ai Programmi di Sviluppo regionali, per l’utilizzo delle risorse comunitarie. I delegati eletti potranno quindi rappresentare ai più alti livelli le esigenze e le necessità dei paesaggi, e proporre azioni di sostegno e valorizzazione.

Una grande opportunità dunque per la Piana Reatina, anche in vista del varo del PNRR, che sosterrà le aree rurali. Intanto è ormai pronto presso il Ministero, il Marchio di qualità di cui potranno fregiarsi i paesaggi iscritti. Assieme all’iscrizione, il convegno ha esaltato anche l’inizio dei lavori di realizzazione del Museo del Paesaggio della Piana, che sarà realizzato a Rivodutri con un finanziamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri, arrivato a seguito di un Bando pubblico che premiava i progetti culturali più belli d’Italia. Legittima la soddisfazione del Commissario e del Direttore della Riserva e dei Sindaci di Rieti e Rivodutri per questi risultati che aprono nuove e importanti prospettive per il territorio reatino. “Si conferma il principio che la conservazione assicurata dalla presenza dell’area protetta è un valore aggiunto per il territorio. Dobbiamo continuare su questa strada per assicurare al reatino riconoscimenti in grado di dargli valore e la
riconoscibilità che merita anche per la valenza del suo ambiente” è il lapidario commento del Commissario Zappavigna.

Foto: Gianluca VANNICELLI ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.