Il 23 e 24 settembre al via la settima edizione di “Incontriamoci, ricostruiamo il futuro”

“Alzerà il sipario il 23 settembre per concludere i lavori il giorno successivo “Incontriamoci, ricostruiamo il futuro”, la tradizionale kermesse della Uil giunta ormai alla sua settima edizione: quest’anno la manifestazione sarà ospitata nell’Aula Magna dell’Istituto Alberghiero di via dei Salici 62. Dibattiti e convegni animeranno la due giorni del sindacato dei cittadini”. Lo comunica in una nota la Uil di Rieti e della Sabina romana.

“Come già accaduto nelle precedenti edizioni – annuncia il segretario della Uil di Rieti, Alberto Paolucci – Incontriamoci, ricostruiamo il futuro ospiterà dibattiti e confronti affrontando i temi caldi del nostro territorio, come la ricostruzione post sisma, i rapporti tra scuola impresa e territorio, le ricadute del Piano nazionale di ripresa e resilenza (Pnnr) sulla nostra come sulle altre aree del Lazio”.

Argomenti che investono sì la nostra provincia, ma non solo. Rieti ospiterà infatti – come da tradizione ormai – un momento di confronto tra istituzioni, parti sociali e datoriali, dal quale possono e devono uscire soluzioni non solo per questo territorio ma anche per le altre province del Lazio. Perché ripartire dopo la pandemia, significa ricostruire tutti i territori del Paese offrendo a ciascuno gli strumenti per rilanciare le potenzialità rimaste inespresse in passato. Non è un caso che ai dibattiti prenderanno parte assessori regionali, deputati del parlamento – sia di opposizione che di maggioranza – presidenti di commissioni e Chiesa di Rieti.

Come accaduto nelle precedenti edizioni, con una formula già collaudata, accanto ai convegni di carattere politico e sindacale seguiranno momenti di aggregazione sociale. Il venerdì sera infatti – presso l’area esterna dell’istituto alberghiero – si esibirà la band Ci MandaRino, mentre sabato 25 settembre –  Al Centro Sportivo Gudini – si svolgerà la terza edizione del Torneo di Calcio ‘Trofeo Sisma 3,36’.

“Questa edizione di Incontriamoci, ricostruiamo il futuro – conclude Paolucci – è fondamentale perché il 2021 sarà ricordato come l’anno dei fondi che l’Europa concederà al nostro Paese. E tutta la Uil vuole esserci, per partecipare al cambiamento e alla rinascita del Paese. Il nostro obiettivo è incontrarci per confrontarci, perché proprio dal confronto nascono le idee e dalle idee le strade per un futuro migliore”.

Foto: Uil Rieti ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.