Giornata dell’Infermiere: emozionante cerimonia a Santa Rufina nel “Giardino degli AngelI”

Foto: Massimo RENZI ©

Hanno lottato, e tuttora lo fanno assieme ad altre categorie professionali, in prima linea contro il covid. Ci sono, da sempre. Sono gli infermieri, che oggi celebrano la loro giornata. A Rieti celebrazioni volute da Opi, a Santa Rufina, nel Giardino degli Angeli, dedicato proprio a chi è stato vinto dal covid lavorando in prima linea.

Celebrata la Giornata Internazionale dell’ Infermiere, nel giorno della nascita di Florence Nightingale, l’infermiera fondatrice delle scienze infermieristiche moderne. “L’infermieristica non è semplicemente tecnica, ma un sapere che coinvolge anima, mente e immaginazione”, scrisse la Nightingale, così in questa giornata si vuol rendere merito a chi lotta ogni giorno, a chi lo ha fatto perdendo la propria vita e a chi è riuscito a ritrovarla. Il tema di quest’anno definito dalla FNOPI è “Ovunque per il bene di tutti”, per un sistema salute più giusto ed efficace, con la valorizzazione delle eccellenze della professione infermieristica in un ambito ben specifico, quanto ampio, come quello dell’assistenza territoriale.

Durante la cerimonia è intervenuta per un saluto iniziale la Presidente dell’OPI di Rieti Maria Grazia Boscardini; intervento del vescovo di Domenico Pompili per una Benedizione ai presenti, agli infermieri, alle loro famiglie, ai pazienti e ai loro cari, in questo momento storico così delicato. Presenti inoltre Marinella D’Innocenzo, Direttore Generale della ASL di Rieti, e il Sindaco Leonardo Ranalli del Comune di Cittaducale.

“È stato scelto il ‘Giardino degli Angeli’ di Santa Rufina – dice Mariagrazia Boascardini – realizzato con il contributo dell’Associazione  culturale ‘Rulli e Cantine‘ di santa Rufina, in quanto luogo simbolico attualmente unico in Italia, dedicato agli infermieri deceduti per covid-19, dove sono stati piantati degli ulivi in loro memoria. Si ringraziano per la collaborazione l’Associazione Culturale ‘Rulli e Cantine’ Presidente Sandro Angeletti, il parroco Don Emmanuele Dell’uomo D’Arme, la Professoressa Ileana Tozzi, Preside dell’Istituto Comprensivo ‘Galileo Galilei’ di Cittaducale, il Prof. Ettore Rivarola ed i suoi ragazzi per il contributo musicale”.

Il presidente dell’associazione Rulli e Cantine, Sandro Angeletti, commenta: “Siamo onorati che Opi Rieti apra questa giornata in questo luogo simbolico a Santa Rufina, alla presenza del vescovo, del parroco e del sindaco. Vorrei ringraziare personalmente la presidente di Opi Rieti, Mariagrazia Boscardini e tutti coloro che interverranno o che parteciperanno anche idealmente a questo momento”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.