Provincia di Rieti, Anna Elisa Pace consigliere per la Parità di Genere. Calisse: “Pronto ad accoglierla e supportarla”

Con decreto ministeriale adottato in data 9 marzo 2021, Anna Elisa Pace è stata nominata Consigliere per la Parità di genere della Provincia di Rieti. In collaborazione con la supplente Paola Serpietri, la Consigliere si occuperà di fornire consulenza giuridica a lavoratrici e lavoratori che subiscono discriminazioni sul luogo di lavoro e di promuovere l’occupazione femminile sul territorio reatino, collaborando anche con imprese ed aziende interessate a finanziamenti a fondo perduto e progetti dedicati alla tutela delle esigenze dei familiari dei dipendenti.

L’ufficio, che sarà operativo in tempi brevissimi, si occuperà della promozione dell’occupazione femminile a tutto campo, garantendo assistenza ed informazioni sulle normative che attualmente interessano i temi della maternità, della paternità, delle discriminazioni in ambito lavorativo e della tutela della parità a tutto tondo, soprattutto alla luce delle recenti novità legislative introdotte dall’emergenza sanitaria causata dal Covid-19.

Anna Elisa Pace, è dipende di Acqua Pubblica Sabina, coniugata e madre di due figli, già dirigente sindacale UIL e UGL e da sempre impegnata nel settore delle pari opportunità, attualmente dirigente sindacale CGIL, ha già dichiarato di sentirsi onorata per la carica ricevuta e pronta a scendere in campo per promuovere sul territorio progetti innovativi e tutele forti e piene. Il Presidente della Provincia Mariano Calisse ha commentato: “Sono pronto ad accoglierla e supportarla nei mesi a venire, certo di una proficua e duratura collaborazione”.

Foto: PdR ©

Print Friendly, PDF & Email

1 Commento

  1. Bisogna tutelare le partite IVA.
    Gli Statali sono i nuovi ricchi in Italia: a casa in smart working mentre le partite IVA sono chiuse a ZERO EURO a causa dei lockdown del Governo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.