Massimo Nobili va in pensione: istituzione della Questura reatina, da oltre 30 anni con la Digos

(r.l.) Poliziotto di grande esperienza, competenza e umanità: Massimo Nobili va in pensione. L’agente della Digos reatina ha concluso la sua carriera lavorativa. Una carriera ricchissima: 60 anni compiuti lo sorso 17 febbraio, Nobili è reatino doc, conosciuto e stimato in città. Sovrintendente Capo Coordinatore in forza alla Questura di Rieti, si è arruolato il 15 gennaio 1983, con la medaglia d’oro come primo degli allievi dell’84° corso agenti.

Da febbraio 1991 ha sempre lavorato per la Digos nella sezione investigativa: 30 anni per 4600 servizi esterni, 1300 servii di OP, 400 servizi fuori sede e oltre 500 scorte e personalità istituzionali, politiche e imprenditoriali, come dimostrano le foto che pubblichiamo (quella in evidenza è con John Elkann in occasione dell’inaugurazione della scuola di Amatrice intitolata a Sergio Marchionne).

In una carriera costellata di tanto lavoro e soddisfazioni nella sua città, Nobili ha ricevuto anche un encomio solenne per il lavoro svolto ad Amatrice durante il sisma, 2 lodi per aver salvato persone con intenti suicidi e più di 30 lettere di compiacimento del questore.

Un lavoro talmente tanto appassionato, da mttersi al servizio degli altri colleghi, rivestendo il ruolo di Segretario Generale Provinciale del Mosap Rieti, già segretario provinciale del Sap Rieti, sindacati di Polizia a cui tanti poliziotti si sono rivolti negli anni.

Oggi Massimo Nobili va in pensione, con l’abbraccio commosso dei tanti colleghi e la riconoscenza della città e della Polizia per il lungo e delicato lavoro svolto in carriera.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.