Studentesca: tra cross, marcia e indoor la stagione parte alla grande. Bene Bruni e Latini | Mercoledì saltano i Furlani

(ch.di.) Il weekend appena passato ha segnato importanti risultati per l’atletica reatina e, dunque, per la Studentesca ma anche per gli atleti che si allenano a Rieti con le maglie dei gruppi sportivi come Bruni all’esordio con 4,35 nell’asta, Latini al PB sui 60hs mentre Howe con qualche problema fisico non passa il sabato che vorrebber.

Studentesca. Partiamo dal cross, ospitato a Capannelle, all’ippodromo. Fango e pioggia come nelle più classiche scene da campestre: non è mancato niente questa mattina lungo il percorso tracciato all’interno dell’Ippodromo di Capannelle. Sono ottimi i riscontri per i colori rossoblù in tutte le categorie in quella che era la prima prova del Cds, ma anche del Trofeo Lazio. Ha esordito Tommaso Toppi, talento di Passo Corese, ex triatleta che da pochi mesi ha deciso di dedicarsi a tempo pieno all’atletica, vincendo il titolo regionale negli 8km tra gli Under20. Dopo di lui è stata la volta di Martina D’Angeli, classe 2003, laureatasi Campionessa Laziale under20, questa volta nel percorso di 5km. Tra le Allieve Sara Ranucci ha dominato sui 4km, mentre in campo maschile Leonardo Di Vittorio è arrivato terzo e quinto Alessandro Imperatori. Il terzo punteggio a squadre arriverà nella seconda prova col recupero di Giulio De Angelis così la squadra Under18 guadagnerà il pass per la Festa del Cross di Campi Bisenzio. A livello Assoluto Lucrezia Adamo è terza nella 8km conclusa in poco più di 34 minuti. Gran bella prova della squadra Cadetti, in testa al Trofeo Lazio. Leonardo Fagiolo è il migliore giungendo terzo nei 3km, una posizione davanti a Dominique Mulumba. Ottavo Pietro Festuccia, nono Samuele Chiani e 14° Simone Fazi. Tra le Cadette buon esordio della giova Mirtense Eleonora Montiroli (12^).

Capitolo Ancona: nella marcia di avvicinamento ai Tricolori indoor, nel capoluogo marchigiano si gareggia di sabaot e domenica con metting nazionali partecipatissimi (nel rispetto delle norme anti-covid). Quasi 80 gli atleti impegnati nel weekend ad Ancona tra ieri e oggi. Nella giornata di sabato Damiano Dentato ha deliziato tra le barriere degli Allievi andando a vincere con la seconda prestazione italiana Alltime Under18. L’allievo di Daniele Focaccetti, argento 2020, ha corso in 7.78 la batteria e 7.76 in finale avvicinando il primato italiano di Lorenzo Simonelli ottenuto due anni fa sempre ad Ancona. Tra le Allieve Amelie Ongolo toglie centesimi al personale e con 9.02 ottenuto in finale inizia a fare un pensierino ai Campionati italiani. A livello Assoluto prima di tutti facciamo i complimenti al nostro Luca Trgovcevic che ottiene il minimo per gli Europei indoor. Sulla sua scia si piazza il compagno di allenamento Giacomo Salvatore che ferma i cronometri in 8.15. L’allievo di Giorgio Frinolli, classe 1999, stacca ufficiosamente il pass per i tricolori Under23. Tra le donne Giulia Latini (Carabinieri) si tuffa sul traguardo e manca la vittoria per pochi centesimi; terza con il nuovo pb 8.30. Nei 400 Federica Pansini è la prima tra le Junior; migliora il tempo dell’esordio (56.54) e fa crescere la condizione in vista dell’appuntamento tricolore. Peccato per l’incidente nel rettilineo conclusivo che mette fuori gioco Valeria Simonelli, servirà un’altra gara per conquistare il posto per gli Italiani Under23. Tra le Allieve Ludovica Greco chiude bene, ma è troppo prudente in partenza così il crono si ferma a 1.02.64. Nel lungo è tornato in pedana, dopo 11 mesi, Gabriele Chilà (Fiamme Oro), alle prese con qualche problemino di rincorsa: quattro nulli e 7,41. Giornata no e qualche problemino fisico per Andrew HoweLeonardo Orlandi si ferma a 4,70, superato alle terza prova, per poi fallire i 3 tentativi a 5 metri. Federico Bonanni supera 4,50 alla prima e manco il pb a 4,70. Nel triplo la migliore è Martina Di Pietro (11,50), davanti a Laura Barbi (11,40) e Matilda Cinti (11,39). Nella giornata di venerdì è arrivato il bronzo di Monica Contrafatto nei 60 donne ai Campionati Fispes, mentre si chiude dopo due salti la gara di Federico Morseletto, costretto a rinunciare causa un problema muscolare. Camilla Duri non tradisce le attese e sciabola due super prestazioni da copertina. Alle 9 di mattina vince i 200 frantumando il personale indoor di quasi un secondo. Nel pomeriggio vola nei 60: dopo aver vinto la batteria in 7.62, si qualifica per la finale dove torna protagonista anche Jessica Paoletta (Esercito). Duri, come Paoletta, è un altro prodotto dell’Area di Erik Maestri e Alessandra Palombo e si candida tra le favorite per la rassegna Under18. Lavinia Paoletti si migliora sia nei 60 che nei 200: 7.82 e 25.76 due crono che potrebbero garantirle il posto tra le migliori 12 di metà febbraio. 8.17 per Valentina Laureti nei 60 e 26.31 per Chiara Fratocchi nei 200. Fabio Paoletta migliora di un centesimo il pb nei 60 (6.92), mentre Matteo Bianchini eguaglia il crono della scorsa settimana (6.99). Veloce anche Federico Bonanni, allievo 2004, che taglia il traguardo il 7.18; sempre tra gli Allievi Massa 7.39, Spadoni 7.42, Sanfilippo 7.43. Per quanto riguarda la velocità al maschile Damiano Dentato sfreccia in 22.45. Buono anche l’esordio di Omar Khalil al pb in 22.70. Dopo il debutto nei 400, Massimo Flamigni corre anche i 200 in 23.30. Nei 1500 Marco Ranucci migliora il crono della scorsa settimana di quasi 4 secondo e offre una bella dimostrazione di forza vincendo in volata con 3.51.35. Meno brillante rispetto ad una settimana fa Dawit Albano, mentre l’Allievo Ernest Mulumba vince la seconda serie. Negli 800 prima gara dell’Allieva Francesca Maestri, debutto tra gli Junior per Alessandro Di Loreto. Roberta Bruni (Carabinieri) vince nell’asta al debutto stagionale superando 4,35 con tre errori a 4,45. Personale per l’Allieva Annachiara Spaventa (2,95).

Chiudiamo con la marcia, con Ostia che ha ospitato i tricolori. Verdiana Casciotti con il secondo posto nella gara di 10km Allieve è la prima atleta della Studentesca a riempire il medagliere della nuova stagione della Studentesca. L’Allieva di Sandro Bellucci ha completato il percorso soleggiato, ma con un fastidioso vento, in 52.40 tagliando il traguardo una ventina di secondi dietro la neo Campionessa Italiana Giulia Gabriele. Gran bella prova anche della sorella Diletta giunta al traguardo al settimo posto Assoluto, prima tra le Promesse. 20km percorsi in 1h45.31 e primo titolo italiano in carriera che corona una crescita continua negli ultimi tre anni. Andrea Di Carlo, classe 2005, ha fatto il suo debutto nella 10k. L’allievo di Teo Pucci è arrivato undicesimo, una buona esperienza nella prima gara con la categoria Under18. Pb per Giancarlo Bartocci, mentre Diletta Mannozzi si è fermata a metà gara.

La settimana appena iniziata regalerà i salti dei fratelli Furlani, Erika (Fiamme Oro 1,94 di PB) e Mattia (Studentesca, 2,10, MPI cadetti), a Udine. L’evento sarà in diretta Rai mercoledì 27. Su FIDAL Lazio tutti gli aggiornamenti

Foto: RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.