La Npc vince a Napoli all’overtime: finale 80-77

(di Roberto Pentuzzi) La Npc ha vinto 80-77 all’overtime contro Napoli. Stefanelli e De Laurentiis 20 punti.

IL TABELLINO

Alla Npc servono le avversarie forti per vincere, dopo aver battuto Scafati espugna il PalaBarbuto e batte Napoli 77-80, dopo un tempo supplementare, ancora priva di Tommasini ed Amici.

Dopo un primo tempo dove si è vista la supremazia della GeVi, nei 3 periodi successivi Rieti è stata molto determinata con Stefanelli e De Laurentiis, entrambi 20 punti e soprattutto, dopo l’ennesima prestazione incolore di Pepper, l’americano si acceso nei momenti decisivi e con i suoi 15 punti pesantissimi ha contribuito alla importante vittoria esterna della Npc.

Per Napoli nulla ha potuto fare il forte americano Parks, 26 punti, ma sono mancate le prestazioni di giocatori fondamentali come Mayo ed Uglietti.

Rieti soffre l’inizio di gara, è soprattutto Parks a creare problemi alla difesa reatina, Stefanelli e compagni vanno sotto anche di 11 punti, 17-6, poi trovano un paio di triple con Sanguinetti e Taylor, che provano a riavvicinarsi. Napoli è molto concreta in attacco, tiene in mano il match e chiude in vantaggio il primo quarto, 24-15, con un Pepper ancora confusionario.

L’americano Mayo si accende ed innesca anche i suoi, ma non ha ancora recuperato del tutto da un infortunio, si alterna con Monaldi, che non si tira mai indietro, realizza 7 personali e tiene avanti la propria squadra 33-21. La Npc è molto imprecisa al tiro e si espone alle continue transizioni degli avversari, Sanguinetti realizza 3 punti dalla lunetta, Stefanelli in entrata rimette un po’ di equilibrio in campo 33-26, entra Fumagalli al posto di Pepper. Accelera Parks nei minuti finali, va doppia cifra, 11 punti e manda tutti a riposo sul 39-28, prestazione ancora una volta sotto tono per la Npc nel tiro da tre solo 1/9.

Inizia meglio il terzo periodo per la Kienergia, è motivata, non vuole uscire dal match, Stefanelli e D Laurentiis realizzano canestri importanti, Rossi sceglie la difesa a zona e mette Taylor in panchina (gravato di 4 falli) per Ponziani. Fumagalli mette molta energia sul parquet, Stefanelli segna un paio di triple, piedi a terra, Rieti fa un break di 9-0, va addirittura sul meno uno, 52-51, solo degli episodi consentono ai padroni di casa di chiudere avanti di cinque, 56-51, dopo 30 minuti.

In campo ora c’è battaglia, coach Rossi stringe molto le maglie in difesa, per Napoli gli attacchi non sono più così fluidi, il solo Parks prosegue con la sua super prestazione, deve uscire momentaneamente Sanguinetti con 4 falli a carico, ma De Laurentiis sfrutta benissimo le spaziature, a metà frazione la gara è aperta, 61-59. Dopo una serie di errori dei padroni di casa, capitan Stefanelli approfitta ed aggiusta ulteriormente la mira, sigla la tripla del sorpasso, 61-62.

Si gioca punto a punto, realizza ancora Stefanelli, risponde Sandri, poi arriva la prima tripla di Pepper, 65-67, ad un minuto e mezzo dal termine. A cronometro fermo, Parks realizza il ventiquattresimo punto personale e sigla il 69-69 dalla lunetta, si all’over time.

Non si intimoriscono gli amarantocelesti di giocare questi ultimi importantissimi 5 minuti al PalaBarbuto, Stefanelli si prende le responsabilità, anche se è visibilmente stanco, sono importanti la freddezza sotto canestro di De Laurentiis e l’energia di Fumagalli, ma è ancora Pepper a realizzare una tripla fondamentale, 73-76. Le percentuali dei partenopei dalla lunga sono molto più basse del primo tempo, fino alla bomba di Monaldi, che subito dopo ruba palla e prende il fallo antisportivo di Fumagalli, è di nuovo parità 77-77. Si gioca sul fil del secondo, con molti falli in campo, Pepper mette i 2 tiri liberi decisivi, 77-80.

Foto RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.