Motocross, si chiude la stagione per il Covid-19. il reatino Lorenzo Pecorilli fissa gli obiettivi per il 2021

Stop and go. Se la fine della stagione è stata decretata da una disposizione governativa quella nuova è solo una questione di calendario. L’ultima tappa del campionato regionale motocross che si sarebbe dovuta correre sulla pista di Vetralla è stata ancora una volta rinviata ma è la definitiva chiusura dell’attività agonistica fino a data da destinarsi che indica ai motociclisti di concentrarsi sulla prossima stagione.
Così Lorenzo Pecorilli, rimessosi dopo la rovinosa frattura alla clavicola sinistra accaduta in gara nei primi giorni di ottobre, archiviati i campionati italiani e regionali, correrà per la prossima stagione ancora con la licenza del Motoclub Lazio Racing di Latina per i colori del team di Rieti Seven Motorsport, sempre seguito dal coach e istruttore Simone Paolucci. Saranno i nuovi main sponsor Ecofin e MyJob a sostenere Lorenzo e Simone per la prossima stagione agonistica, che si preannuncia come l’anno della svolta.
Tra le priorità di Lorenzo, 15enne che corre in classe 125, ci saranno dei punti fissi: la partecipazione agli Internazionali d’Italia MX2 in febbraio 2021, quando Pecorilli correrà le tre gare correndo con i piloti del campionato del mondo, a seguire l’Europeo EMX 125 e gli Italiani MX 125 categoria junior, il campionato italiano MX2 expert con l’obiettivo di conquistare il titolo, il campionato europeo 2t (con gare in Belgio e Turchia più probabilmente l’ultima tappa in Italia). Accanto a lui correrà anche il suo tecnico, Simone Paolucci, impegnato negli Internazionali d’Italia categoria MX2, il campionato italiano Fast MX2 e qualche tappa del mondiale.
La preparazione vera e propria che porterà il motociclista a saggiare il terreno dei circuiti e le sue capacità atletiche e tecniche comincerà da gennaio in Sardegna, sulle sterrate di Riola e Alghero, per poi riprendere gli allenamenti con relativi test per 15 giorni in Belgio, soprattutto nella zona di Lommel.
Foto: Micron ©
Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.