LE FOTO – Lunga coda per fare il tampone: dalla rotatoria all’ex Psichiatrico, decine di reatini in fila. Disagi alle scuole

(r.l.) Mattina difficile nella zona di via Togliatti, nei pressi della sede Asl e in particolare dove si effettuano i tamponi. Una lunga coda di auto si è creata dalla rotatoria verso l’ex ospedale psichiatrico: sono decine di reatini in fila per effettuare il tampone.

La Asl lavora a ritmo serrato già di prima mattina per effettuare i tamponi sui contatti dei positivi e sui sospetti ma anche quelli di controllo su chi esce dalla quarantena Nel Reatino sono quasi 300 i positivi.

Disagi alla viabilità nella zona. “Bus e auto con a bordo studenti e professori ha difficoltà ha raggiungere il Polo Didattico – dicono gli studenti che usano la stessa strada per raggiungere la scuola – è così dalle 7, siamo in ritardo”.

Tantissime le segnalazioni in redazione. Sia da chi è in fila da diverso tempo per sottoporsi al tampone (“Non siamo neanche alla rotatoria e già c’è fila per il drive in, ci sono anziani e bambini”) sia da chi dovrebbe raggiungere le scuole.

“È ora che la ASL intervenga per evitare i disagi che si stanno creando all utenza del servizio materno infantile. Le lunge file di automobili che si recano al drive per i tamponi impediscono l’accesso alla struttura adiacente preposta ai vaccini e alle terapie neuroriabilitative. Mio figlio con disabilità motoria oggi 19 ottobre non ha potuto raggiungere in modo comodo, ossia con l’automobile, la struttura per fare la sua seduta di terapia, siamo stati costretti a lasciare l’automobile lontana e a far deambulare un bambino con deficit motorio e per noi genitori questo è di una gravità e di una ingiustizia estrema” scrive una lettrice.

Foto: RietiLife ©?

Print Friendly, PDF & Email

1 Commento

  1. Tutto questo è davvero assurdo, io vorrei capire se esiste la possibilità di andare per appuntamento e sarei altrettanto curioso di capire se ci sono dei precedenti per tutto ciò. Nel senso sono tutte segnalazioni o c’è qualcuno che per curiosità vuole fare il tampone? E soprattutto perchè quest’estate invece di essere omertosi con il rischio di vedere le vacanze saltare nessuno si preoccupava del suo stato di salute? Tutto questo è davvero troppo. Psicosi paure infondate medici di base con le mani legate che non possono fare nulla, Farmacie senza adeguati mezzi per testare le persone ed infine PEDIATRI che per un raffreddore di stagione mandano delle piccole creature a fare i tamponi senza neanche sapere minimamente il reale stato di salute dei piccoli. TUTTO QUESTO E’ ASSURDO ED INSOPPORTABILE SVEGLIA RIETI STIAMO ANDANDO ALLA GOGNA.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.