Rieti calcio, niente ritorno per Matteo Cericola: c’è distanza tra domanda e offerta. Tra i pali ecco Chingari | IL PUNTO

(di Matteo Dionisi) La vittoria di questa mattina contro l’Amatrice al Paride Tilesi (leggi), per 3-2 da morale al nuovo Rieti targato Stefano Campolo. In campo si è vista una squadra molto giovane e con poche certezze a livello d’esperienza, soprattutto in vista del prossimo campionato di Serie D (domani ci saranno i calendari) che a breve riaprirà il sipario. 

Mister Campolo per il ritiro di Leonessa, dal 4 al 13 settembre, vorrebbe avere a disposizione i nuovi acquisti che ha chiesto alla società. Ecco perchè il dg Di Santo nei prossimi giorni avrà molto lavoro da fare per finire di assemblare questo nuovo gruppo. Servono almeno 5 colpi: un portiere, un difensore, almeno due centrocampista e una punta.

TRA I PALI – Manca solo l’ufficialità – che sarà data dopo il ritiro di Leonessa –  ma il Rieti ha trovato il suo titolare tra i pali. Nelle scorse settimane si era parlato di un possibile ritorno di Stefano Addario, voluto in amarantoceleste da l’ex tecnico Alberto Mariani nella passata stagione. Per lui si valutava un rientro con la formula del prestito ma il suo nome non convinceva al 100%.

Il profilo scelto è stato quello di: Gabriele Chingari – che già da tre giorni si allena con la squadra -. Romano classe 2000, ex Lupa Roma, Viterbese, Monterosi, Lanusei e Atletico Fiuggi, era svincolato e ha scelto proprio il Rieti per rimettersi in gioco e prendersi la maglia numero uno.

UN EX – Poteva essere un colpo come quello della riconferma di capitan Tirelli, ma a meno di una clamorosa retromarcia, Matteo Cericola – ex Vis Artena di Campolo –  non farà parte del Rieti in questa nuova stagione. L’ala destra era presente il primo giorno del raduno allo Scopigno ma non ha preso parte alla prima sgambata con i compagni, perchè tra lui e la dirigenza c’era ancora una trattativa da sbloccare. La stessa trattativa ha portato il romano e la società amarantoceleste a non stringersi la mano e ritrovarsi di nuovo: domanda e offerta erano troppo distanti. Il Rieti aveva offerto a Cericola circa 15mila euro l’anno, la controfferta del giocatore era di circa 20mila, forte di una proposta che già aveva in mano da parte di un’altra squadra.

LA DIFESA – Alessandro Montesi, altro ex Vis Artena che ha voluto il tecnico, da domani dovrebbe far parte ufficialmente del gruppo. In questa settimana non è potuto scendere in campo a causa della quarantena preventiva che ha fatto, dopo che era stato in contatto con un positivo da Covid-19. L’ultimo tampone fatto ha spazzato via ogni paura, vista la negativa, e da domani il romano classe 96′ sarà al servizio di mister Campolo.

Per la retroguardia però si valuta un altro colpo. La dirigenza sta valutando il nome di Fabio Tommaselli: ex Under 19 del Benevento, poi Fondi, Olginatese e l’ultima esperienza con Spoleto. Attualmente è svincolato e la trattativa è pronta a decollare. 

LA PUNTA – Piace e non poco – sopratutto al mister – il greco (leggiThomas Tsitas, attaccante classe 1991 di Giannitsa. Gran parte della sua carriera si è svolta proprio in Grecia: Aek Atene, Paeek, Othellos Athienou e per concludere l’ultima targata 25 luglio 2019 con Olympiakos Volou. Centroavanti che sa giocare al servizio dei compagni, ama attaccare la profondità ed ha anche un buon tiro dalla distanza. Il Rieti lo apprezza e qualche contatto con il suo procuratore – è svincolato – pare già che ci sia stato in questi giorni.

Foto: RietiLife – Monterosi ©

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.