MESSAGGIO ELETTORALE A PAGAMENTO

LICENZIATI OTTANTA LAVORATORI DELLA QUADRIFOGLIO. CASCIOLI: “FALLIMENTO DEL COMUNE”

La cooperativa sociale Quadrifoglio, ha ufficializzato tramite lettera, il licenziamento di circa 80 dipendenti a decorrere dal prossimo 30 novembre.

Secondo la missiva, pervenuta in redazione, a motivare la drastica scelta sarebbe stato l’inadempimento del Comune di Rieti in merito ai suoi obblighi di pagamento, che mette così fine al servizio di assistenza specialistica agli alunni diversamente abili e di impiego negli asili nido.

«Il 10 novembre, la Cooperativa Quadrifoglio ha formalmente comunicato ai lavoratori impiegati presso gli Asili Nido l’interruzione del loro contratto di lavoro a far data dal 30 novembre – scrive il consigliere d’opposizione, Sonia Cascioli – stante la cessazione del “contratto di convenzione del Servizio presso gli Asili Nido causa inadempimento del Comune in merito ai suoi obblighi di pagamento”. E se questo poi non fosse già straordinariamente grave, le stesse lettere sono state recapitate anche agli operatori impegnati nel servizio di assistenza specialistica a favore degli alunni diversamente abili.

Ancora una volta assistiamo all’ennesimo utilizzo strumentale dei lavoratori nel braccio di ferro tra la Cooperativa Quadrifoglio e il Comune e, ancora una volta, assistiamo all’evidente fallimento della tanto paventata riorganizzazione dei servizi. Tutto ciò che è stato toccato da questa classe politica è stato inesorabilmente distrutto. Tutte le categorie sociali più deboli che questa amministrazione aveva garantito di tutelare hanno visto sottrarsi pezzo a pezzo i servizi più essenziali. È la peggior politica quella fatta sulla pelle dei lavoratori e dei categorie sociali più vulnerabili. E, ancora una volta, assistiamo all’ennesimo balletto tra Quadrifoglio ed Ente comunale, nel più completo silenzio di quelle organizzazioni sindacali che in altri tempi andavano stracciandosi le vesti sotto il Palazzo comunale, per molto, molto meno. Tante sono le risposte che dovranno fornire al riguardo i responsabili di questa gestione indecente da parte dell’amministrazione comunale e, almeno questa volta, ci auguriamo che ciò venga fatto in maniera seria, al netto dei soliti insulti e denigrazioni rivolte ad un’opposizione scomoda che tante volte è intervenuta su temi così rilevanti per la quotidianità dei cittadini». Foto (archivio) RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email