1452114_10200975549286789_102210300_n

KRAV MAGA, ISTRUTTRICE REATINA AL TOP DEL MOVIMENTO ITALIANO

Si è tenuto a Roma il più importante evento per istruttori di Krav Maga. Tre giorni di allenamento intensissimo per finire con una sessione molto impegnativa e selettiva di esami. Si è trattato del G Rank Camp di Ikmf (International Krav Maga Federation) la più grande ed autorevole organizzazione internazionale di Krav Maga, fondata proprio da Imi Lichtenfeld, il creatore del Krav Maga. Il corso è stato diretto dall’israeliano Israel Cohen, Expert II e capo della divisione militare di Ikmf nel mondo, coadiuvato da altri due Expert: il tedesco Stefan Thias (membro del Expert Instructor Team) e dal biellese Federico Fogliano, direttore nazionale Ikmf Italia e da pochi mesi Direttore Regionale Ikmf Europa.L’istruttrice reatina che ha partecipato è stata Donatella Vecchi (G3 – Specializzata in difesa personale per sole donne), unica rappresentante IKMF a Rieti. All’evento hanno partecipato circa 40 istruttori Ikmf e una decina di futuri istruttori attualmente in fase di preparazione. L’evento si è svolto a porte chiuse allo Sporting Village, la più grossa e incredibile palestra di Roma, con 16mila metri quadri di sviluppo su quattro piani sotterranei. “IKMF è l’origine storica del krav maga, fondata dal creatore Imi e attualmente diretta da Avi Moyal che ne fu il più vicino allievo e istruttore – spiega Federico Fogliano – Sono enormemente fiero di dirigere questa fantastica famiglia. Siamo presenti in 64 paesi nel mondo. IKMF è molto esigente nella formazione e contrariamente a molte scuole nazionali di krav maga o sedicenti tali, che formano istruttori in 2 giorni o forse anche meno, impone una forte selezione per i futuri istruttori (2 anni minimi di preparazione e pratica e poi un corso massacrante di 20 giorni full immersion che mediamente viene superato dall’80% dei partecipanti). Tecnica, didattica, psicologia, gestione dello stress, tecniche di comunicazione, tutto viene insegnato ai futuri istruttori. A Roma – continua Fogliano – l’esame di passaggio di grado, nonostante l’altissimo livello dei partecipanti e i due giorni intensi di preparazione, non è stato superato da circa il 25% dei partecipanti. Alla fine dell’evento un messaggio di saluto e complimenti è arrivato direttamente da Israele da Presidente Avi Moyal”. Foto: VECCHI via Facebook ©

Print Friendly, PDF & Email