Santa_Filippa_075_Life

SABATO LE CELEBRAZIONI PER SANTA FILIPPA MARERI A BORGO SAN PIETRO

Dopo quasi otto secoli è ancora fulgido il ricordo della Baronessa Filippa Mareri che lasciò gli agi del castello paterno per abbracciare la Fede di Cristo nostro Signore seguendo le orme di San Francesco d’Assisi e Santa Chiara, agli albori del francescanesimo. Sabato la Madre Generale dell’Ordine delle Suore Francescane di Santa Filippa Mareri  e tutte le consorelle, attendono come ogni anno  i  numerosi fedeli provenienti dal Cicolano, dalla provincia di Rieti e anche da altre parti d’Italia,  presso il Monastero  ubicato  nella Frazione di Borgo San Pietro di Petrella Salto (RI,) per celebrare degnamente  il 777° anniversario della morte della Santa del Cicolano.
Quest’anno, come non accadeva ormai da tempo, le celebrazioni avranno luogo l’effettivo giorno della scomparsa, avvenuta il 16.02.1236  nell’antico monastero ormai sommerso dopo la costruzione della diga sul fiume Salto. Premesso che  le  solenni celebrazioni verranno precedute da un triudo di preparazione alla solennità previsto per i giorni 13 – 14- e 15 febbraio alle ore 17,30 presso il Monastero, si riporta di seguito il calendario che verrà osservato per il giorno 16.02.2013.
Ore 11,00 – Celebrazione Eucaristica presieduta da S.E. Mons Delio Lucarelli Vescovo di Rieti, con la  partecipazione di S.E. Mons. Sergio Pagano Prefetto Archivio Segreto Vaticano) e S.E. Mons. Giuseppe Di Falco ( Vescovo Emerito di Sulmona).
Ore 12,00 – Processione per le vie di Borgo San Pietro con la statua e a Reliquia di Santa Filippa. Deposizione di un omaggio floreale sul lago dove sorgeva  l’antico monastero con l’ausilio del Nucleo Sommozzatori dei Carabinieri.
Ore 13,00 – Benedizione e distribuzione della tradizionale minestra di fave e del pane benedetto.
Alle celebrazioni prenderanno parte  le massime autorità civili, militari e religiose della provincia di Rieti e dei comuni limitrofi. Il fatto le quest’anno le celebrazioni avranno luogo di sabato crea le circostanze, per chi viene da fuori, di poter trascorrere un fine settimana in un territorio reso ancora più suggestivo dalla presenza della neve ed scendere alla Grotta di Santa Filippa, già Santuario rupestre, per poter rivivere nei silenzi della natura la stessa atmosfera che respirarono Filippa e le sue ancelle nei primi anni della loro storia francescana. Pace e Bene. Foto: Suore Francescane © 14 Febbraio 2013

Print Friendly, PDF & Email