Nel dramma dell’Heysel, in cui hanno perso la vita 39 persone, è morto anche un reatino: Gianni Mastroiaco, 20 anni. Trentacinque anni dopo il dramma di Bruxelles ricordiamo la sua storia, parliamo dei sogni di un ragazzo di Casette appena diventato geometra e di quella maledetta finale di Coppa Campioni tra Juventus e Liverpool che gli è costata la vita e rappresenta la vergogna del calcio europeo e mondiale. Abbiamo sentito il fratello di Gianni, Claudio il quale, con la famiglia, porta su di sé il fardello del dramma da 35 anni. E poi un testimone di quella giornata, Fabrizio De Tommaso, altro reatino a Bruxelles. Con il giornalista e scrittore Stefano Mariantoni tratteggiamo la storia dell’Heysel; con Emiliano Grillotti, direttore di RietiLife, riportiamo alla mente le sensazioni di chi seguiva la vicenda da lontano. Con la convinzione che di più si poteva fare per ricordare Gianni Mastroiaco in città. Servizio di Christian Diociaiuti. Montaggio di Luciano Mancini.

Print Friendly, PDF & Email