Claudia Gerini, Massimiliano Gallo e Giorgio Pasotti al Fara Film Festival 2024

Incontri con i protagonisti del cinema e della tv nel cuore della Sabina che per tre giorni si trasforma in una casa del cinema a cielo aperto. Nel suggestivo borgo medievale di Fara in Sabina dal 19 al 21 luglio si svolgerà la quinta edizione del Fara Film Festival (www.farafilmfestival.com), ideato da Riccardo Martini, con la direzione artistica di Daniele Urciuolo, tra Palazzo Martini, Piazza Duomo e Piazza Garibaldi.

Ospiti d’onore Giorgio Pasotti, Massimiliano Gallo e Claudia Gerini, che si racconteranno al pubblico durante le serate condotte dagli attori Fabiola Dalla Chiara e Graziano Scarabicchi, in collaborazione con la speaker e inviata Rai Angela Achilli.

Giornata d’apertura alla presenza del sindaco di Fara in Sabina nonché presidente della provincia di Rieti Roberta Cuneo con il taglio del nastro a Piazza Duomo alle ore 19 con gli ospiti Giorgio Pasotti, Lidia Vitale, Adamo Dionisi, Vanessa Cremaschi e i talents Giulio Greco, Alice Arcuri e Giulia Di Quilio. La sera sarà proiettato il cortometraggio fuori concorso “Da capo a dodici” per la regia di Adamo Dionisi e Vanessa Cremaschi, e a seguire il film “Nove lune e mezza” di Michela Andreozzi.

Sabato 20 luglio il festival accoglierà l’attore Massimiliano Gallo che ripercorrerà con il pubblico le sue esperienze di maggior successo come le fiction Rai “Imma Tataranni” e “Vincenzo Malinconico” e i recenti film per il cinema diretto da Mario Martone e Alessandro Gassmann. A 100 anni dalla nascita di Marcello Mastroianni il Festival tributerà un ricordo al grande attore. Sul palco l’attore e regista Stefano Calvagna che ha di recente pubblicato la sua autobiografia dal titolo “Se non entro, scavalco” il cui book trailer è narrato da Pino Insegno. Ospite anche Marianna Bonavolontà, in chiusura sarà proiettato il film “N.E.E.T.” di Andrea Biglione con Chiara Vinci, Pietro De Silva e parte del cast.

Serata di chiusura domenica 21 luglio con Claudia Gerini, una icona del cinema italiano, vincitrice nel 2018 del David di Donatello e attrice con oltre 100 partecipazioni a progetti italiani e internazionali tra cinema e tv, a cui verrà tributato il Premio Speciale Provincia di Rieti. Inoltre, durante la serata finale, ci saranno le proiezioni dei cortometraggi fuori concorso “Bob and Wave” di Adelmo Togliani e “Coffee shell” di Brandon Bonato, e gli incontri con altri artisti come Hal Yamanouchi, Roberto Ciufoli, Beatrice Fiorentini, Chiara Celotto, Licia Nunez, Anna Fusco, Eva Cela, Marilina Gagliardo. Cena spettacolo con i più grandi successi degli Abba con Sabrina Marciano, Laura Di Mauro, Elisabetta Tulli, interpreti dei più famosi musical italiani.

 

Il concorso internazionale e la giuria

Tra le 400 opere giunte da tutto il mondo ne sono state selezionate 19, delle quali 2 film lungometraggi fuori concorso, 7 cortometraggi italiani in concorso, 3 cortometraggi italiani fuori concorso, 7 cortometraggi internazionali in concorso, questi ultimi provenienti da Iran, Spagna, Australia, Cipro, Germania e Stati Uniti, oltre che dall’Italia, per due categorie ufficiali, cortometraggi italiani e cortometraggi internazionali a tema libero. Il cortometraggio vincitore di ciascuna categoria vincerà un premio in denaro di 200 dollari. Verranno inoltre assegnati i premi speciali WeShort Award, Mujeres nel cinema e ai giovani talenti Younger’s in Movie

Nella sezione Cortometraggi italiani troviamo “L’Addestramento” di Antonio Buscema, “Il Giudizio” di Ippolito Simon, “Prova d’amore” di Denis Nazzari, “Sacra Victima” di Danilo Greco, “Il Grande Leviani” di Marzio Pulcini, “Segni molto particolari” di Alessandro Parrello, “Million Dollar Scene” di Matteo Favero.

“American Marriage” di Giorgio Arcelli Fontana, “Collage” di Marius Conrotto, “Soraya” di Maryam Rahimi, “Subzero” di Laleh Noureddin Mousa, “The Coldest Night in August” di Sajad SM, “Stop it” di Ali Delgoshaei, “A house near the sun” di Maryam Samadi e Roni Schamlian, sono i finalisti della sezione cortometraggi internazionali

A giudicarli una academy composta dai critici Massimo Lechi ed Emanuele Rauco, dai produttori Lorenzo Lazzarini e Simone Bracci, dalle direttrici artistiche Maria Luisa Celani e Nadia Carbone e dal regista Davide Vigore.

Info generali e orari

Il programma delle giornate vede alle ore 17,30 la proiezione cortometraggi in concorso a Palazzo Martini; alle ore 19,00 i talk con gli ospiti presso Belvedere di Piazza Duomo; alle ore 20,30 il red carpet e la serata spettacolo in Piazza Garibaldi.

Il Fara Film Festival è organizzato da Martini eventi e Alfiere productions, presieduto da Riccardo Martini, con la direzione artistica di Daniele Urciuolo, con il patrocinio del Comune di Fara in Sabina, Provincia di Rieti, Regione Lazio, è gemellato con Milazzo Film Fest, Parliamo di Donne di Cantalupo in Sabina, E io ci sto, Catania Film Fest, Generation Film Fest, Castiglione del Cinema, Cineincontriamoci ed è realizzato è in partnership con Radio Kaos Italy, Milano Acting Lab, Younger’s in movie, WeShort, Mujeres nel cinema e con gli sponsor  Engineering 2K SPA, In Opera, Cogetras, Gedis, Edilcasa Immobiliare, DUMA, Vitaflex, Consorzio Sabina DOP, Sabina for Rome, Accademia Italiana del Peperoncino.

«In questi anni abbiamo fatto delle cose straordinarie, abbiamo acceso una luce su un posto magico, la Sabina e lo abbiamo valorizzato in tutte le sue eccellenze. In quattro anni abbiamo ricevuto oltre 3.000 opere da tutto il mondo, ospitato oltre 300 artisti, alcuni che hanno visitato per la prima volta il nostro territorio, tra i quali Giancarlo Giannini, Riccardo Scamarcio, Edoardo Leo, Ornella Muti, Pupi Avati, Sergio Rubini, Asia Argento e produttori anche da Los Angeles. Grazie al cinema, i nomi della Sabina e della nostra provincia sono arrivati anche alla Mostra del Cinema di Venezia e pure oltreoceano e di questo siamo fieri, realizzando una virtuosa operazione di Cineturismo. Non soltanto un festival di cinema, ma anche tradizione, cultura e gastronomia. Ringrazio i nostri partner il Consorzio Sabina DOP e l’Accademia del peperoncino e in più quest’anno ci sarà una novità: porteremo a Fara in Sabina – il 20 luglio – in Piazza Garibaldi, il celebre ristorante ROMA di Amatrice per gustare l’originale amatriciana che ci invidiano in tutto il mondo. Per tutti i turisti che verranno ci sarà la possibilità di visitare il Museo del Silenzio, l’Abbazia di Farfa e tanti luoghi unici, quindi un’ottima offerta tra vacanza, cultura e buon cibo. Ringrazio la Presidente della provincia di Rieti nonché sindaco di Fara in Sabina Roberta Cuneo per il sostegno e tutti coloro che ci aiutano a realizzare questo piccolo grande sogno», ha dichiarato Riccardo Martini.

«La quinta edizione è come un giro di boa, occorre sempre confermarsi e noi abbiamo deciso di stare al passo con il mercato, abbiamo realizzato un restyling del logo e del progetto grafico del festival rendendolo più identitario e giovanile, di insistere su un target nazional popolare, offrendo al nostro pubblico opere e ospiti di alta qualità. Quest’anno i fiori all’occhiello delle tre giornate saranno rispettivamente Giorgio Pasotti, Massimiliano Gallo e Claudia Gerini, la ciliegina sulla torta. Il Fara Film Festival si appresta ad essere riconosciuto come il più grande tra i festival minori in Italia. Abbiamo una nuova giuria, tanti festival gemellati, cortometraggi e film inediti da mostrare, tutto gratuitamente. Con WeShort e Radio Kaos abbiamo due nuovi partner che accrescono il nostro appeal anche mediaticamente, oltre a tutti i nostri sponsor che ci supportano e che ringrazio. Ringrazio altresì la squadra di Alfiere productions per la professionalità e la passione che mettono per questo festival», così Daniele Urciuolo.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.