Il sindaco Daniele Sinibaldi al convegno Asl: “Bene gli investimenti sulla sanità. Ora serve sforzo per valorizzazione professionalità e servizi”.

Il Sindaco di Rieti, Daniele Sinibaldi, ha partecipato questa mattina al convegno organizzato dalla Asl, alla presenza del Dg Marinella D’Innocenzo e dell’assessore regionale Alessio D’Amato, dal titolo “Lavori in corso: dall’innovazione al cambiamento, idee e progetti per migliorare le cure”. Di seguito una dichiarazione del primo cittadino a margine dell’evento:

“Gli investimenti che prevedono l’attivazione di Centrali Operative Territoriali, Case della Comunità, Ospedali di comunità e rafforzamento tecnologico della rete ospedaliera sono certamente notizie positive da cogliere con apprezzamento a patto, però, che vengano rispettate due condizioni: la prima è una tempistica certa per la realizzazione delle opere perché il territorio non può più aspettare, la seconda è che tali ‘strutture’ vengano riempite di contenuti e professionalità per fare in modo che non rimangano scatole vuote. Non dobbiamo nasconderci le difficoltà che vivono ancora la sanità sul territorio provinciale e l’Ospedale De Lellis, dopo il brutto periodo pandemico, e per questo mi sento ancora una volta di ringraziare, a nome della città, tutto il personale medico e sanitario. Riteniamo, pertanto, prioritario uno sforzo importante anche in termini di organico, di valorizzazione del personale a disposizione e di capacità del sistema reatino di attrarre nuove professionalità. In tale contesto non sarà secondario il percorso universitario che abbiamo intrapreso e che vedrà nascere nuove facoltà sanitarie a Rieti. Un risultato raggiunto anche grazie alla collaborazione di Asl e Regione Lazio ma che necessita indubbiamente di essere ulteriormente rafforzato e potenziato. Solo attraverso il concorso di tutte queste strategie potremo veramente dare alla provincia di Rieti e alla nostra Città una sanità pubblica con standard qualitativi all’altezza delle nostre aspettative”.

Foto: RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.