Anziani soli? Aiutiamoli e avvisiamoli: riecco la truffa del pacco da pagare. Contattare le forze dell’ordine

(r.l.) Sono in corso in queste ore alcuni tentativi di truffa ai danni di anziani (e non solo), sulla falsariga di altre truffe già messe a segno in città (leggi). Le forze dell’ordine mettono in guardia i reatini e soprattutto invitano a restare vicini ad anziani soli e ad informarli dei rischi e delle modalità delle truffe.

In sostanza un anonimo, che si finge un nipote o un parente, contatta prevalentemente anziani della città affermando di essere in difficoltà per finire di pagare un pacco da ritirare o che c’è un pacco da ritirare e pagare. Chi abbocca, si vede arrivare in casa un fantomatico amico del nipote/parente che consegna il pacco e si fa pagare oppure un finto corriere che si fa pagare e lascia in cambio un plico. Il pacco è letteralmente… un pacco, una truffa. Non contiene nulla o non esiste. L’invito è a contattare le forze dell’ordine al minimo sospetto e a chiedere a parenti o amici alle loro utenze personali o non per interposta persona se sono realmente in difficoltà o se c’è realmente un pacco da ritirare e pagare in contrassegno.

Foto: RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.