Silvia Cipriani è scomparsa da due settimane. Tante segnalazioni ma la donna e la sua auto non si trovano

(ch.di.) Un vero giallo la scomparsa di Silvia Cipriani, la 77enne reatina sparita nel nulla da circa due settimane (leggi). La donna vive a Cerchiara, dove però le ricerche sono state interrotte (la zona è stata battuta dalle forze dell’ordine) e ha una casa in viale Matteucci, dove si recava spesso. Proprio in città si concentra l’attività degli investigatori, che sentono quotidianamente la famiglia e in particolare il nipote a cui era molto legata (la donne era nubile, ex portalettere a Contigliano e Monte San Giovanni). Dopo le ricerche a tappeto e l’uso di elicotteri e droni, si vagliano le telecamere su strada, nel suo quartiere e non solo. Oltre a quelle vicine a un centro medico dove si era recata poco prima di sparire nel nulla.

Il vero mistero si dipana attorno alla sua auto, una Fiat Palio grigia targata BG471AW (leggi). La targa (e ovviamente il caso di scomparsa) è stata diramata a tutte le forze dell’ordine in Italia. Ci sono diversi avvistamenti dell’auto, alcuni plausibili, altri meno. Una che viene considerata in queste ore è quella che vedrebbe l’auto della 77enne reatina – che non ha il cellulare con sé e ha abbandonato i suoi amati animali a Cerchiara, ultima volta vista da una vicina in viale Matteucci – a Montenero nelle scorse ore. 

“Negli ultimi due giorni non abbiamo avuto altre notizie dagli inquirenti – dicono i familiari – l’auto viene segnalata in tantissimi posti, anche un po’ per mitomania. Le persone ci contattano per darci luoghi assurdi. L’ultima proprio ieri, a Piè di Moggio.  Ci siamo recati sul posto, ma senza successo: il presunto avvistamento sarebbe avvenuto 3 o 4 giorni fa. E poi Montenero e tanti altri posti. In qualità di familiari, tramite RietiLife, chiediamo di avvertire solo le forze dell’ordine in caso di avvistamenti (qualora ci fossero) e di accertarsi della veridicità dei fatti. È venuto fuori di tutto – dicono ancora a RietiLife, facendone intendere la non veridicità – allevamenti di asini posseduti, sette di cui lei faceva parte, la pista del suo passato da postina, avvistamenti di auto in zone assurde, presunti verbali da 250mila euro arrivati successivamente ad un incendio. Chiediamo solo di segnalare cose plausibili. Abbiamo di nuovo contattato la redazione di “Chi l’ha visto?” senza successo, subito dopo che la Questura ci ha comunicato il termine delle ricerche a tappeto” concludono.

Foto: RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.