A Poggio Moiano ritorna la tradizionale infiorata, in programma dal 24 al 26 Giugno

Passata la boa della cinquantesima edizione, l’Infiorata Artistica del Sacro Cuore, che si svolgerà nel prossimo fine settimana, da venerdì 24 a domenica 26 giugno, si pone quest’anno l’obiettivo di divenire a pieno titolo un evento di spicco per promuovere il territorio della Sabina e della provincia di Rieti.

A sostenere questa evoluzione il contributo della Regione Lazio e del Comune di Poggio Moiano, così come è giunto il sostegno anche dalla Fondazione Varrone, che ha condiviso la progettualità della Pro Loco di Poggio Moiano, capace di attivare intorno a un evento di carattere religioso e artistico altri mondi importanti come quello della musica e della cultura, dell’ambiente e dell’agricoltura, dell’enogastronomia e dell’intrattenimento.

I tre giorni dell’Infiorata saranno articolati in tre fasi: l’Infioratura; l’Esposizione; la Processione. Venerdì 24 giugno, si inizia con l’esposizione della Mostra fotografica “Ventennale di Infioritalia” al Teatro Comunale

Ad anticipare la festa, alle 21.30 di venerdì 24, acrobati, danzatori, artisti del fuoco e musicisti daranno vita allo spettacolo “I Fiori dell’Arte”, con la regia di Ivan Tanteri, che è compreso nel cartellone della rassegna “Sentieri in Cammino”.

La grande kermesse degli spettacoli dell’Infiorata inizierà intorno alle 23 con un concerto di musica celtica del gruppo Mortimer Mc Grave, che darà inizio a “La Notte Bianca dell’Infiorata”, che seguirà il lavoro dell’infioratura di circa 500 persone con 200 metri di tappeti floreali, guidate dai Maestri Infioratori di Poggio Moiano, con 35 gruppi in attività. Tutti gli esercizi commerciali saranno aperti fino a tardi per accompagnare questo rito, molto sentito dalla popolazione.

Il lavoro dell’infioratura proseguirà fino alle ore 19 di Sabato 25 giugno. Da quel momento si potranno ammirare i tappeti sia lungo il percorso di Via Umberto I che in via Garibaldi. Dalle 17 di sabato si svolgerà il Convegno Internazionale “Poggio Moiano e le reti mondiali dell’Alfombrismo”, occasione per avviare un confronto con le altre infiorate del mondo. In serata un grande concerto di piazza di Roberto Billi e del suo gruppo, che presenterà per la prima volta alcuni brani del nuovo album.

Infine, domenica 26, giorno della processione, si comincerà alle 12 con eventi dedicati ai bambini, tra cui lo spettacolo di burattini “Il circo degli strumenti” della Compagnia Mangiafuoco. Alle 20.15 la solenne processione, accompagnata dalla Banda di Poggio Moiano, che concluderà la manifestazione con un suo concerto, insieme a una colorata sfilata di majorettes.

Nelle tre giornate si potranno gustare le specialità gastronomiche della zona, impreziosite dalle ricette con i fiori, così come saranno aperte al pubblico mostre d’arte e si potranno fare passeggiate guidate alla scoperta della flora del territorio e dei suoi profumi.

Foto: Rietilife ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.