Daniele Sinibaldi primo candidato alle Comunali: “Vinceremo le elezioni con amore e responsabilità”. E la Lega vuole il vicesindaco | FOTO – VIDEO

 

 

 

Foto: Riccardo FABI ©

(di Christian Diociaiuti) Per il dopo-Cicchetti c’è Daniele Sinibaldi. È il giovane esponente di Fratelli d’Italia, attuale vicesindaco, il candidato del centrodestra alle Comunali 2022. L’ufficialità di quanto era già palese nelle scorse settimane è arrivata in una conferenza stampa questa mattina a Palazzo Sanizi. A seguirla, tanti volti del centrodestra locale, dal deputato FdI Paolo Trancassini (noto lo strettissimo legame con Sinibaldi) fino al coordinatore reatino di Forza Italia Sandro Grassi, il presidente della Provincia ed esponente della Lega, Mariano Calisse e il consigliere regionale (FdI) Sergio Pirozzi; e oltre a tanti membri della giunta e del consiglio (spiccano Roberto Donati e Gianfranco Formichetti) assieme al sindaco Antonio Cicchetti, presenti anche il deputato FI Andrea Ruggieri, coordinatore laziale dei berlusconiani e il coordinatore reatino della Lega, Paolo Mattei. Si è rivista in un’occasione pubblica anche Lidia Nobili. A Rieti pure Claudio Durigon, deputato Lega.

Sinibaldi è il primo a sciogliere le riserve: la campagna elettorale ha una volata lunga. Candidatura che di fatto non fa notizia, visto quanto filtrato nelle ultime settimane: il sondaggio interno commissionato dal centrodestra sull’elettorato cittadino aveva dato chiare indicazioni su quanto il 35enne – da poco papà, imprenditore della ristorazione, militante dai tempi della scuola – fosse in ampio vantaggio su tutti gli altri contendenti di area centrodestra. Lo appoggeranno, tra gli altri, FdI, Lega, Forza Italia (in tandem con Italia Viva) ma anche IoCiSto e Agire, che si erano già viste alle precedenti Comunali.

“Già nelle parole del sindaco Antonio Cicchetti – dice Sinibaldi, ricordando il discorso appassionato del sindaco (leggi) – si è capito lo spirito che lui in primis e noi, abbiamo cercato di vivere questa esperienza amministrativa. Possiamo essere orgogliosi di aver messo in campo tanto, provando a dare speranza e vitalità alla città” esordisce l’attuale vicesindaco e catalizzatore delle forze del centrodestra per le Comunali 2022. Sinibaldi poi parla di quanto fatto dall’Amministrazione uscente, dai cantieri all’illuminazione, fino al Pnrr, toccando anche i temi del digitale, delle infrastrutture, del turismo. “Arriviamo da due anni in cui la gente è stanca, lo tocchiamo con mano” aggiunge. “Fratelli d’Italia, Lega, Forza Italia, Agire, IoCiSto e altre ce ne saranno – dice il vicesindaco sulle liste a sostegno – la sfida è una coalizione della città, per la città. Un perimetro che si allarga, che va fuori dai luoghi comuni”.

Su Italia Viva, che ha stretto patti con Forza Italia, Sinibaldi non si pronuncia; piuttosto professa unione in favore della città. “È il momento di radunare le forze positive, che vogliono dare un contributo in una città che ha una storia difficile, che arriva da anni difficili, che ha problemi infrastrutturali e vive un abbandono industriale – aggiunge – Una cenerentola del Lazio. Dobbiamo tornare riferimento politico e amministrativo. Provare a maturare l’esperienza fatta, cambiare, in un contesto diverso in cui avremo delle opportunità. C’è bisogno di gambe solide. E di uomini e donne ne abbiamo. Partiamo presto, coesi, forti. Questo ci dà l’entusiasmo per giocare una battaglia. Sì, conviene fare il sindaco per questa città. Conviene per le persone che non si fanno questi problemi e non fanno queste valutazioni. L’obiettivo è amministrare bene la città dove si vive, lavora, si ha famiglia e magari si è investito. Vinceremo le prossime elezioni, lo faremo con amore e responsabilità”.

LIVE RIETILIFE – PARLA DANIELE SINIBALDI

Ma quando parla Antonio Cicchetti, sindaco uscente che non si ricandiderà – e a detta della coalizione non avrà ruoli amministrativi in futuro – la scena è tutta per lui: “Arriva per tutti il momento di deporre le armi. Un percorso che avevo disegnato con largo anticipo. Credo fermamente che in Italia ci sia un problema di ringiovanimento della classe dirigente. Ho mantenuto la parola. Il nostro bilancio, fustigato da eventi indipendenti dalla nostra volontà, è comunque positivo. Riportare il centro destra alla guida della città, compiere atti di governo in scienza e coscienza e collaudare una nuova classe di governo. Obiettivi raggiunti. Sarò al fianco del mio vicesindaco per la conquista o riconquista del Comune. Senza aver mercanteggiato alcunché, soddisfatto di quanto ho fatto, mai inseguito dai Carabinieri o dalla furia popolare. Auguro a Sinibaldi di vivere quello che ho vissuto io. Marciare come treni verso l’obiettivo” dice Antonio Cicchetti che dunque sosterrà Sinibaldi, ma è pronto ad uscire di scena senza incarichi e piange alla fine del suo intervento, travolto da standing ovation.

“Doveroso ringraziare Antonio Cicchetti in questo giorno in cui lanciamo la candidatura a sindaco di Daniele Sinibaldi per il centrodestra – dice Mariano Calisse, ripercorrendo i traguardi raggiunti in sinergia con Sinibaldi – non abbiamo pescato nella Lega il candidato sindaco, ma sono certo che ci sarà spazio per il vicesindaco. Sarà una battaglia – dice Calisse, guardando poi agli sfidanti – conosciamo il modus operandi, ci saranno una serie di attacchi. Ci hai dato una spinta, c’è stato un rinnovamento della classe dirigente. Voglio vedere una città che sia da traino amministrativo per tutto il territorio”.

Il deputato FdI Paolo Trancassini ribadisce il ruolo di opposizione all’attuale Governo e poi spinge Sinibaldi: “Giochiamo una partita con entusiasmo: questo grazie alla classe dirigente politica. Ringrazio i consiglieri e giunta uscente. Noi, e lo dico a Mariano Calisse (e alla Lega, ndr), siamo aperti a chiunque voglia sostenere il programma di Daniele Sinibaldi – Diversi anni fa lo incontrai quando dovevo praticamente fondare Fratelli d’Italia. Ero da solo. Con lui abbiamo cominciato con un’avventura bellissima. Se Daniele oggi è il candidato sindaco di questa città, credo che se lo meriti. Una persona di grande spessore: farà bene alla città e alla Provincia”.

“Rieti sia pietra miliare per il centrodestra. Rimettere al centro questa provincia, questo territorio a livello regionale – dice Claudio Durigon (Lega) – e grazie a Cicchetti per quello che hai fatto e farai”.

“Giovane, esperto, ambizioso. Questo il segnale che Forza Italia, Fratelli d’Italia e Lega vogliono dare. È il modo per avere una rivincita delle scorse amministrative. Ecco perché partiamo così presto: Rieti è la base di questa idea” dice il forzista Andrea Ruggieri, che poi lancia l’applauso per Antonio Cicchetti (“Quanti rispettano le parole date?”).

LA DIRETTA DELLA PRESENTAZIONE

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.