Compra un drone da un reatino ma lo truffa: denunciato 25enne campano

(da comunicato della Polizia) Gli Agenti della Sezione della Polizia Postale di Rieti hanno denunciato in stato di libertà un uomo residente in provincia di Napoli, resosi responsabili del reato di truffa aggravata. L’indagine ha preso il via quando un cittadino reatino ha denunciato, presso la locale Sezione della Polizia Postale, da sempre impegnata a fronteggiare le attività predatorie commesse attraverso la rete internet, di aver venduto un drone di sua proprietà senza mai ricevere il pattuito compenso da parte dell’acquirente. Gli investigatori della Polizia di Stato, dopo lunghe ricerche sul web ed in particolare sulla nota piattaforma di e-commerce utilizzata per la compravendita, hanno accertato che un individuo, utilizzando un falso nominativo, aveva acquistato il drone dall’incauto reatino, inviandogli una finta distinta di un bonifico a suo favore, ovviamente mai effettuato. L’uomo, che gli Agenti della Polizia di Stato hanno individuato in un grande condominio in provincia di Napoli dove aveva ricevuto l’oggetto, nonostante le evidenti difficoltà dovute all’utilizzo di un nome falso, è stato identificato per L.V.L., del 1996, ed è stato denunciato in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria, davanti alla quale dovrà rispondere del reato di truffa aggravata commesso.

La Polizia di Stato, costantemente impegnata nelle attività di prevenzione e repressione dei reati e, attraverso la Specialità della Polizia Postale e delle Comunicazioni, a diffondere tra i giovani la cultura di un uso sicuro e consapevole dei social network, vuole anche sensibilizzare gli amanti dell’e-commerce affinché prestino la maggiore attenzione possibile durante le trattative sul web, anche seguendo questi seguenti semplici consigli:

– Porre attenzione al “feedback” assegnato al venditore. È preferibile che sia alto.

– In caso di primo acquisto, soprattutto su siti non conosciuti o su negozi on-line di recente costituzione, valutare la possibilità di pagamento con modalità di contrassegno.

– Utilizzare il servizio di deposito a garanzia, che permette all´acquirente di pagare una società che svolge il trasporto e, solo dopo l´avvenuta ricezione dell´oggetto, di autorizzare il pagamento al mittente.

– Il bonifico bancario è molto sicuro poiché si ha traccia di tutta la transazione. É necessario però recarsi presso la propria banca o ottenere un conto corrente on-line ed effettuare il bonifico tramite Internet.

– Chiedere al venditore più dati possibili in modo da avere una ragionevole certezza della identità della persona.

– Verificare tramite motore di ricerca, l’esistenza di segnalazioni da parte di altri utenti riguardanti il venditore/acquirente.

– Diffidare di prodotti venduti a prezzi estremamente vantaggiosi.

– E’ sempre consigliato acquistare e vendere nel territorio italiano in quanto la tutela legale è completa.

– Preferire l’utilizzo di carte prepagate che possono essere ricaricate in anticipo con la quantità di denaro da utilizzare.

– Dubitare di venditori che non forniscono utenze di telefoni fissi.

– Dubitare di chi fornisce indirizzi ubicati presso caselle postali.

– Evitare di fornire, ove possibile, dati personali e diffidare da richieste di ulteriori dati oltre quelli già forniti.

Foto: Polizia ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.