Suona la prima campanella dell’anno, 19mila studenti reatini tornano tra i banchi | FOTO

Foto: Riccardo FABI ©

(di Martina Grillotti) È suonata la prima campanella del nuovo anno scolastico 2021/22 per bambini e adolescenti reatini, sono circa 19mila: per alcuni è la prima volta, per altri sarà l’ultima. Si torna a scuola insomma, in presenza e in sicurezza, dopo quasi due anni di didattica distanza e sporadici rientri in classe. Migliaia di studenti sono pronti a tornare seduti al banco tra gli sguardi complici di amici e compagni e una rinnovata voglia di socialità.

Per studenti, docenti e personale scolastico ci sono regole ferree che consentiranno di limitare il contagio: resta l’obbligo della mascherina per tutti coloro che abbiano al di sopra dei sei anni di età e gli adulti, genitori compresi, devono avere il Green Pass per entrare negli edifici scolastici di ogni ordine e grado. Ingressi scaglionati e ricambio d’aria per 15 minuti ogni ora le altre importanti novità, ma non solo. Cambia pure la ricreazione che secondo le norme andrebbe fatta, se possibile, all’aperto: qualora questo non fosse possibile e si renda necessario rimanere al chiuso si raccomanda di evitare la classe così da permettere il ricambio d’aria. Nell’eventualità in cui gli spazi scolastici non siano abbastanza grandi da consentire una ricreazione al chiuso in sicurezza, ci sarà da prevedere due turni di 15 minuti ciascuno. Durante le ore dedicate all’educazione fisica, il Ministero della Salute raccomanda che vengano eseguite le lezioni all’aperto con un distanziamento interpersonale di almeno un metro mentre al chiuso la distanza tra gli studenti dovrà essere di due metri.

Cosa fare se in classe c’è un positivo? Stando alle regole fissate dalla circolare del ministero della salute, se uno studente o un professore si dovesse positivizzare, bisognerà differenziare i “contatti stretti” da coloro giudicabili “a basso rischio“: i primi sono coloro che hanno avuto un contatto con il positivo faccia a faccia per più di 15 minuti ad una distanza inferiore ai 2 metri, questi dovranno essere isolati ma se hanno completato il ciclo vaccinale da almeno 14 giorni dovranno rimanere in quarantena per 7 giorni e poi fare un tampone. Chi è vaccinato con entrambe le dosi da più di 14 giorni ed è stato giudicato a “basso rischio” non dovrà fare nessuna quarantena.

Foto: RietiLife © 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.