Npc-Orzinuovi, brutta storia: Rieti resta solo con Pepper in campo. Sulla gara palla al giudice sportivo | FOTO

Foto: Riccardo FABI ©

La partita tra Kienergia Npc Rieti e Agribertocchi Orzinuovi è stata sospesa a 37 secondi dalla fine del terzo quarto sul punteggio di 54-77, perché la squadra di casa è rimasta con un solo giocatore in campo, il regolamento prevede che si possa giocare fino a due, quindi per l’omologazione bisognerà attendere la decisione definitiva del Giudice Sportivo.

Nonostante fuori ci sia il sole, piove sul bagnato al PalaSojourner, coach Alessandro Rossi perde all’ultimo minuto anche l’americano Steve Taylor, per mal di schiena e la Kienergia Rieti ha solo 5 giocatori a disposizione, particolare questo che sarà decisivo sull’esito di quello che non si può neanche definire una partita di pallacanestro.

L’inizio di questa partita è tutto dedicato alla solidarietà, i due capitani si passano la palla senza svolgere l’azione di attacco, tocca prima a Marco Spanghero che fa passare 20 secondi solo palleggiando e poi la consegna nelle mani di Rino De Laurentiis, il quale a sua volta dopo 20 secondi la dà di nuovo nelle mani del giocatore di Orzinuovi, da ora si comincia a giocare, si fa per dire.

Il quintetto reatino è sempre più improvvisato, ma per ironizzare facile da scegliere, con solo 5 giocatori a disposizione: Pepper, Imperatori, Nonkovic, Ponziani e De Laurentiis.

L’Agribertocchi si affida alle realizzazioni di Hollis e Spanghero, Miles, sembra non voglia infierire e gioca soft soft, i punti per la Npc arrivano da Pepper e De Laurentiis, il primo quarto vola via senza agonismo e termina 15-20.

Il secondo inizia con una punta di orgoglio di Nonkovic e Pepper che portano Rieti a meno 1, dopo tre minuti di gioco Zilli ed Hollis ristabiliscono le distanze, 22-30. Saranno le difese piuttosto blande, sarà che non ci sono pressioni, ma in questa fase si vede il miglior Dalton Pepper, porta palla ed effettua tiri stilisticamente perfetti, dote preziosa se confermata nei play out, intanto il giovanissimo  Imperatori, al suo esordio in serie A2, realizza il suo ottavo punto personale. L’unico spettacolo sul parquet lo offrono i due americani: Pepper da una parte, 20 punti, Hollis dall’altra, 19, si va al riposo sul 40-47.

Alla ripresa del gioco è l’altro americano in campo a mettere il turbo, Miles va a canestro come vuole e dopo tre minuti il divario per la Kienergia si fa importante, 42-58, intanto Pepper sale a 28 realizzazioni, ma il tema di questo periodo sono i falli.

Imperatori commette il quinto fallo ed esce, Piccoli è in panchina per onor di firma, ma non utilizzabile, subito dopo, già gravati di quattro falli, commettono il quinto anche Nonkovic, Ponziani e De Laurentiis, rimane in campo solo Pepper per la Npc, il regolamento prevede che si può giocare anche in due, di meno no. Gli arbitri fischiano per sospendere la partita a 37 secondi dal termine del terzo quarto sul punteggio di 54-77. Ora la decisione per l’omologazione della gara passa al Giudice Sportivo.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.