Sei stato un lavoratore somministrato? Rivolgiti alla Cisl entro il 31 maggio per avere l’indennità da 2.400 euro

La Cisl Roma Capitale e Rieti comunica a tutti i lavoratori di Rieti che hanno avuto un contratto di somministrazione nel periodo tra il 1 gennaio 2019  ed il 23 marzo 2021 il diritto a presentare la domanda per avere riconosciuta un’indennità pari a 2.400 euro.

Hanno diritto all’accesso i lavoratori somministrati appartenenti ai settori diversi dal turismo e stabilimenti termali, avere cessato involontariamente il rapporto di lavoro nel periodo 01 gennaio 2019 e 23 marzo 2021 ed aver svolto in tale periodo almeno 30 giorni di lavoro, non essere titolare di pensione e/o di altro contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato.

La somma di 2.400 euro può essere erogata come importo integrativo al reddito di cittadinanza a patto che l’importo mensile sia inferiore a tale indennità, la somma è altresì compatibile con l’assegno ordinario di invalidità ma non è cumulabile con il reddito di emergenza, infine è compatibile con l’indennità del DL “sostegni” in favore dei lavoratori con rapporti di collaborazione sportiva.

Per tutte le informazioni e per presentare la domanda le sedi della Cisl sul territorio di Rieti sono a disposizione previo appuntamento da chiedere ai seguenti indirizzi [email protected], [email protected] e [email protected] e/o rivolgersi alla categoria Felsa Cisl presente nelle sedi del territorio. La domanda deve essere inviata entro e non oltre il 31 maggio 2021.

In un momento così difficile – conclude Bianchetti responsabile confederale della Cisl Roma Capitale e Rieti area Rieti – la Cisl in tutte le sue articolazioni di categoria e dei servizi è sempre al fianco dei lavoratori e dei cittadini di Rieti.

Foto: RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.