Il Rieti torna allo stadio dopo quasi 200 giorni. Gara a porte chiuse, ultras sulla collinetta

(ch.di.) Il Rieti è tornato a casa sua, allo Scopigno, dopo 196 giorni di assenza (leggi i dettagli). La gara è ovviamente a porte chiuse per le restrizioni anti-covid: dentro allo stadio solo dirigenti, stampa e autorizzati.

Gli ultras, tuttavia, per restare vicini alla propria squadra, armati di fumogeni colorati e bandiere, oltre che di mascherina e distanziamento, cercano di seguire la partita un po’ dal cellulare e un po’ dagli spicchi liberi di stadio che permette di vede, non troppo agevolmente, la partita. Gli ultrà sostengono la squadra a distanza con i cori.

Foto: RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.