Voucher per chi si trasferisce, rigenerazione urbana, bio-distretto e podcast culturali: Rieti investe sul futuro

(di Chiara Pallocci – da RietiLife Free Press) Eppur si muove. Il 2021 si apre con buone novità sul fronte culturale reatino. Quattro delibere di Giunta annunciano quattro proposte diverse. La prima: la promozione e valorizzazione del patrimonio storico-artistico della città attraverso un sistema di audioguide in lingua italiana. La proposta arriva da “Flico”, startup lucana specializzata nella realizzazione di app per servizi turistici, nell’ambito del progetto “Flico – Il tuo smartphone diventa un audioguida”. Ventitre podcast, per altrettanti monumenti, della durata da 1 a 6 minuti, segnalati da 23 targhe 30×20 da apporre in prossimità di ogni luogo d’interesse, fornite di QR code, con una spesa che si attesta sui 3.538,00 euro. Ci sono poi i fondi per la rigenerazione urbana e il recupero di aree di interesse storico, paesaggistico e ambientale del centro, grazie ai fondi stanziati per 2021 dalla Fondazione Varrone. Da Porta d’Arce a Porta Conca, passando per Largo San Giorgio, le scalette della Pellicceria e di San Rufo, tante le aree che vedranno nuova luce. Presto il bando. C’è poi l’adesione (da formalizzare) del Comune di Rieti al costituendo “Bio-Distretto della Montagna Reatina”, iniziativa promossa da Copagri (in qualità di socio-fondatore) con l’intento di realizzare uno sviluppo rurale “etico, equo, solidale e fondato sul modello biologico ed agro-ecologico”, tra gli obiettivi più rilevanti di Agenda 21. Last, but not least, l’approvazione di un bando per voucher-locazioni ai cittadini che decidono di trasferirsi nel Reatino, durante lo smart-working, per almeno 3 mesi, con una copertura del 50% delle spese sostenute per l’affitto.

Foto: RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.