Npc, prima sconfitta. L’Eurobasket si impone 73-61

(di Roberto Pentuzzi)

Questa volta non c’è stato il pubblico reatino a Roma a sostenere la Npc, che gioca male per lunghi tratti e perde 73-61 contro la  Atlante Eurobasket. La squadra di coach Pilot è stata più concentrata di quella di Rossi nei momenti decisivi, la quale ha perso ben 21 palle, in doppia cifra solo Taylor, Pepper e Stefanelli, ancora una volta un Sanguinetti sotto tono, neanche De Laurentiis è riuscito ad entrare in partita.

Gallinat ed Olasewere hanno messo l’anima nei momenti caldi, contribuendo alla vittoria della propria squadra.

 

Inizio di gara molto equilibrato,  c’è solo uno strappo di Bucarelli, che produce un break di 7-0,  ma a metà quarto c’è parità assoluta tra Npc ed Eurobasket, 10-10, poi una serie di minuti senza fare canestro con errori da una parte e  dall’altra. Rossi sceglie la difesa a zona, Pilat la uomo, il punteggio rimane basso, i primi 10 minuti si chiudono sul 15-14.

L’ex Olasewere, dopo aver lasciato spazio al nuovo arrivato Magro, al suo rientro in campo si fa sentire sotto i tabelloni, insieme a Viglianisi ed ancora Bucarelli, prende in mano il match, ma l’altro ex Taylor realizza 2 canestri consecutivi a tabellone e tiene la Npc attaccata agli avversari.

La avvicina ancora di più una tripla di Pepper, 33-30. Rieti, però, fatica molto in attacco, mentre la  Atlante si fa spazio nel pitturato e va al riposo in vantaggio, 38-32, con molti errori dalla lunetta da parte degli amarantocelesti.

Solitamente il terzo quarto è decisivo, o comunque indirizza il match, l’Eurobasket lo sa bene ed approfitta della brutta serata in attacco dei reatini, che continuano a perdere palle, va avanti anche in doppia cifra, a metà periodo 47-37. Stefanelli e compagni faticano ancora in attacco, ogni azione è laboriosa e poco efficace, si salvano sporcando le azioni avversarie. Nei minuti finali, Taylor lotta come un leone e riavvicina Rieti, 49-46 ad un minuto e mezzo dal termine. Poi ci pensano Cicchetti e Viglianisi a riportare i suoi avanti di 7 punti, dopo 30 minuti 54-47.

Capitan Stefanelli suona la carica, mette 5 punti consecutivi, arriva un break di 8-0 con la tripla di Tommasini, Gallinat risponde da tre, partita ripresa, 59-56. L’americano di Roma e Cicchetti provano ancora ad allungare, ma è ancora Stefanelli che realizza da tre, 67-61 ad un minuto e mezzo dal termine, d’ora in poi nessun giocatore di Rossi troverà più la via del canestro. Nel finale l’ex Olasewere mette il sigillo sulla vittoria dei padroni di casa con 2 schiacciate consecutive, Gallinat completa l’opera e Rieti cede ai romani 73-61.

IL TABELLINO

Foto: RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.