Il Rieti in campo dopo lo stop: silenzio per l’arbitro De Santis assassinato | Porte chiuse, ultrà nel piazzale

(ch.di.) Il Rieti torna in campo: prima giornata di Serie D, girone F, per gli amarantocelesti che sfidano la Vastese dalle 15. La squadra non giocava allo Scopigno dal 1° marzo (ko con la Sicula) e non scende in campo dall’8 marzo, quando vinse a Viterbo con la rete di De Paoli, a pochi giorni dalla chiusura totale del Paese allo stop del calcio anche pro.

L’Interregionale torna allo Scopigno dopo 2 stagioni di C per gli amarantocelesti, travagliatissime, tra tanti giocatori, problemi e una marea di allenatori cambiati.

Gara a porte chiuse con la Vastese: presenti solo stampa e staff delle squadre. Gli ultrà reatini, però, non si sono arresi e stanno assistendo alla gara fuori dallo stadio. Cori, fumogeni e due piccoli mortaretti esplosi per far sentire la presenza alla squadra e non lasciarla sola.

Prima del match un minuto di silenzio per ricordare l’arbitro De Santis assassinato con la compagna a Lecce.

Foto: VANNICELLI ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.