Ashou, il cane che salva (tutti i giorni) la vita al padroncino diabetico: da Marsiglia la storia approda a Rieti (grazie a Ryanair)

(ch.pa.) Ashou e Luan. Sembra il titolo di una storia e, più o meno, lo è. Ashou è un Labrador di due anni e mezzo dal pelo corvino. Luan Dos Santos, invece, un bambino biondo e riccioluto di 9 anni che vive insieme alla famiglia a Montpellier e che non intende proprio separarsi da Ashou, nemmeno per le nozze di suo zio, Mathieu che, questa mattina, si è unito in matrimonio, in Comune, con Giulia, reatina doc.  In volo, senza mai lasciarsi, da Marsiglia fino a Rieti grazie alla complicità della Compagnia Ryanair che, per la prima volta, ha consentito al cane di viaggiare in cabina nonostante la taglia.

Un’eccezione, uno strappo alla regola. Luan e Ashou sono legati indissolubilmente da quando, quest’ultimo, circa un anno fa, è entrato a far parte della famiglia Dos Santos, come cane assistente. Luan è affetto da diabete di tipo 1 e necessita di continua assistenza. Ashou è in grado di capire già solo dall’odore del bambino, se è in piena crisi glicemica e, in tal caso, dare l’allarme pigiando col muso un bottone che richiami i genitori. L’associazione Acadia (Association de Chiens d’Assistance pour les Diabétiques), attiva dal 2015 in Francia, dopo aver salvato Ashou dal ciglio di un’autostrada, lo ha educato e addestrato per circa 9 mesi affidandolo, dopo una scrupolosissima selezione, alla famiglia di Luan.

Un rapporto forte che non si spezza: “Dorme con me e mi accompagna ovunque. Volare con lui sarà fantastico!” ha raccontato Luan al quotidiano francese “La Provence” poco  prima di partire e, a giudicare dai sorrisi, così è stato.

Foto: RietiLife ©

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.