FARFA 1

“Verso il contratto di fiume del Farfa, così valorizziamo il paesaggio e il patrimonio culturale”

La neo eletta sindaco di Mompeo, Michela Cortegiani, non perde tempo e già ha dato avvio a quanto proposto nel suo programma amministrativo. Insieme con la sua maggioranza ha fatto propria la proposta di un manifesto d’intenti “Verso il contratto di fiume del Farfa” concertato con il presidente di Italia Nostra sezione Sabina e Reatino, Stefano Fassone.

Con la collaborazione della Riserva naturale Tevere Farfa, nella persona del direttore Pierluigi Capone, è stato programmato a Mompeo per martedì 23 luglio 2019 alle ore 18 presso la Sala Naro, all’interno del suggestivo Castello Orsini Naro, il primo incontro rivolto in modo particolare agli amministratori locali (invitati i 23 Sindaci dei comuni appartenenti al bacino idrografico del fiume Farfa), ma anche agli stakeholders, tassello importante per giungere alla condivisione di un “Contratto di Fiume”, che prevede azioni coordinate e condivise per la ricerca di soluzioni efficaci volte alla riqualificazione del bacino fluviale.

Nell’appuntamento s’illustrerà il manifesto d’intenti proposto. Con la sottoscrizione del “Contratto di Fiume del Farfa” si vuole promuovere la concertazione e l’integrazione delle politiche a livello di bacino idrografico, con la partecipazione di soggetti pubblici e privati, per la tutela e la valorizzazione delle risorse idriche e degli ambienti connessi, la salvaguardia dal rischio idraulico e la valorizzazione del paesaggio e del patrimonio ambientale, sociale e culturale. Il Contratto di Fiume permetterà, accedendo a finanziamenti europei e a fondi del Ministero dell’Ambiente, di affrontare le sfide future, anche grazie a una migliore conoscenza del territorio.

Foto: Comune di Mompeo ©

Print Friendly, PDF & Email