Cammino_Francesco_Fonte_Colombo_00

Fondazione Amici Cammino di Francesco: “Aumentano i pellegrini, ma tracciato nell’incuria e senza segnali”

Appello della “Fondazione Amici del Cammino di Francesco”. Lo pubblichiamo.

A stagione estiva abbondantemente iniziata, ci giungono dai Santuari della Valle Santa Reatina due notizie di segno e significato opposto: un aumento importante del numero dei pellegrini che percorrono il Cammino di Francesco, a fronte di una diminuzione di agibilità del Cammino stesso e frequente assenza delle tabelle di indicazione di direzione. Sono molti, troppi, i pellegrini che testimoniano una difficile praticabilità dei sentieri in alcuni tratti, e dell’assenza di segnaletica in troppi bivi importanti. La nostra Fondazione Amici del Cammino di Francesco, ottemperando in questo modo ad una parte degli obiettivi statutari, ha svolto finora un paziente e ininterrotto lavoro di rete e di collegamento tra gli Enti sul cui territorio insiste il Cammino, e più volte è riuscita, in questi ultimi quattro anni, nell’intento di mettere in sinergia i pochi segnali di vita ricevuti dal territorio stesso.

Tramite ripetuti incontri e accordi informali, abbiamo conseguito l’obiettivo di permettere interventi di manutenzione straordinaria sul percorso, con il contributo economico della Fondazione Varrone e l’intervento operativo della V^ Comunità Montana del Montepiano Reatino. Ma sono episodi sporadici e decisamente non risolutivi a lungo termine. Ciò che è spesso mancato, e continua a mancare, è una messa a sistema strutturale degli interventi, una costanza e coerenza di ricerca di soluzioni, un coinvolgimento pieno e convinto di tutti gli attori del territorio, pubblici e privati. Una sorta di “cabina di regia” funzionante a tempo pieno. Eppure sono in tanti gli imprenditori che testimoniano gli effetti positivi del Cammino di San Francesco per l’economia del territorio.

In un ennesimo tentativo, siamo a chiedere una maggiore attenzione al problema, formulando alcune ipotesi di superamento della problematica gestione e manutenzione delCammino di Francesco nella Valle Santa Reatina:

  1. I Comuni attraversati dal Cammino di Francesco, ciascuno per il suo tratto di competenza, potrebbero realizzare e sostenere quelle piccole opere di manutenzione, pulizia, messa in sicurezza, ecc, così indispensabili per la praticabilità del percorso?
  1. E’ ancora percorribile l’ipotesi che il Comune di Rieti, per il suo ruolo di Comune- Capofila, riunisca attorno ad un tavolo (ultima convocazione il 18.02.2018) tutti i soggetti partecipanti all’Accordo di Programma sottoscritto tre anni fa? Si è partiti bene, con frequenti riunioni operative e propositive, poi tutto si è inspiegabilmente fermato. 

La recente lettera informativa (8 luglio 2019) indirizzata a tutte le componenti dell’Accordo di Programma da parte del Comune-Capofila di Rieti, non altera nella sostanza la preoccupazione e il tenore del presente Comunicato Stampa per almeno due ordini di motivi:

  1. Perché giunge dopo quasi 18 mesi di inspiegabile inattività del Comitato Tecnico-Scientifico, organo di cui l’Accordo di Programma si era dotato.
  2. Perché da anni la nostra Fondazione invoca la messa in sicurezza del Cammino di Francesco con interventi strutturali e di manutenzione ordinaria, nonché il rifacimento della segnaletica sul percorso, istanze puntualmente disattese.
  3. Perché i pur modici finanziamenti messi a disposizione, cioè promessi, dalla Regione Lazio, non sono mai diventati finora, realtà operativa. I risultati di tanta burocrazia, lungaggini amministrative e incuria operativa nel rendere fruibile il Cammino di Francesco per il bene fisico e spirituale di tanti visitatori, sono sotto gli occhi di tutti e facilmente verificabili.

Ci auguriamo che questo ennesimo appello riattivi al più presto le Istituzioni competenti, al fine di risolvere in modo stabile e definitivo il percorso-anello naturalistico che congiunge i quattro Santuari della Valle Santa Reatina. 

Ribadiamo che il Cammino di Francesco è stato traino importante anche per le iniziative promosse dalla Diocesi di Rieti con “La Valle del Primo Presepe”, con il Festival Francescano “Con Francesco nella Valle”, con e per le iniziative delle scuole reatine di ogni ordine e grado, con le lodevoli iniziative di decine di escursioni anche quest’anno in fase di realizzazione grazie alla sinergia di istituzioni coordinate dalla Associazione Pro-Loco Valle Santa, ecc. . Ricordiamo a chi volesse contribuire con idee e proposte tese alla valorizzazione e promozione del Cammino di Francesco, che siamo presenti su Facebook e sul Web con il nome di: Fondazione Amici del Cammino di Francesco.

Foto: (archivio) RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.