degustazione_olio3_

Grande successo alle Terme di Vespasiano a Cittaducale per la degustazione di oli extravergine | FOTO

Domenica 16 Giugno presso le Terme di Vespasiano a Cittaducale si è svolto il percorso formativo di degustazione di oli extravergine. Un evento patrocinato dal comune di Cittaducale e sostenuto da diverse aziende ed associazioni tra le quali Rieti Tour, il CRAL, FIDA,  gli Apicoltori dell’Alto Lazio, La Tagliata, Azienda Agricola Scoppetta, Tularù e l’Associazione Culturale Amici della Cecilia. A partecipare attivamente anche l’Istituto Agrario Luigi di Savoia con il dirigente Scolastico dottoressa Maria Rita Pitoni presente alla manifestazione.

A coordinare il corso la dottoressa Angela Canale, agronomo e capo Panel in Umbria che ha trasmesso eccellentemente la passione e le sue conoscenza del settore olivicolo. Degustazione, assaggio ed analisi sensoriale di oli extravergine provenienti da tutta Italia. Circa una decina sono stati i test che hanno potuto analizzare gli oltre 50 partecipanti all’evento.

Tra una percezione e l’altra è intervenuto durante il corso un illustrissimo ospite che gli addetti ai lavori riconoscono come punto di riferimento e guida nei processi di potatura e non. Il dottore Giorgio Pannelli, ha spostato l’attenzione dei partecipanti sulle tecniche di potatura in auge in questo momento e di quelle che nel tempo si sono dimostrate fallimentari nella cura dell’olivo. Ad accompagnare i tecnici, il responsabile Arsial Salvatore De Angelis ed il professor Domenico Quirini che ha coordinato il gruppo di giovani dell’Istituto Agrario di Rieti che ha allestito uno spazio esponendo i prodotti artigianali realizzati.

La manifestazione si è conclusa con la consegna degli attestati di partecipazione e di tre targhe destinate alla dottoressa Angela Canale, al dottore Giorgio Pannelli ed a Damiano Angelucci alunno dell’Istituto Agrario che nel corso della gara di tutti gli istituti si è classificato secondo. L’assessore Cavallari del comune di Cittaducale, Il sindaco di Antrodoco Alberto Guerrieri e quello di Micigliano Emiliano Salvati hanno preso parte alla consegna dei riconoscimenti.

L’evento organizzato dalla cooperativa Gianolio è stato reso inclusivo, coinvolgendo attivamente l’Associazione Nazionali Disabili Visivi che ha partecipato con un gruppo di quindici persone guidate dall’avvocato Giulio Nardone presidente dll’ADV e l’ausilio della Fondazione “Vincere Insieme” e dell’Associazione “Il Sorriso di Filippo” che hanno curato il trasporto dalla Capitale. Con loro è stato annunciato la volontà di fondare la prima scuola di formazione sommelier di oli extravergine per non vedenti sul territorio della Valle del Velino dove opera l’etichetta Gianolio. Sarebbe la prima iniziativa in Italia.

Gianolio in questo caso ha voluto mostrare il profilo sociale che vuole trasmettere al territorio nel quale si riconosce e nel quale ha voluto impegnarsi nel rendere l’olivicoltura e l’etichetta non solo un prodotto, ma anche uno strumento che può diversificare l’immagine e la promozione di un territorio. E’ stato appositamente scelto l’imponente complesso Archeologico delle Terme di Vespasiano come sede dell’evento per promuovere anche culturalmente i nostri potenziali.

Tra gli interventi dei soci della Cooperativa è stato annunciato l’avvio dell’iter di recupero di un frantoio storico del nostro territorio abbandonato negli anni ’70 (Frantoio Ex Scorretti presso  loc. Ponte Basso di Castel Sant’Angelo)per il quale verrà immaginato un luogo non solo di molitura ma anche come ambiente didattico e formativo. Il Frantoio Gianolio sarà prima di tutto il recupero di un’identità contadina abbandonata da troppo tempo per lanciare poi progetti più innovativi.

Foto: Cooperativa Gianolio ©

Print Friendly, PDF & Email