Home / Archivio / Bandiera neonazista in caserma: il Carabiniere è un 22enne di Rieti
reich-kmtC-U434001049005536HQD-593x443@Corriere-Web-Sezioni

Bandiera neonazista in caserma: il Carabiniere è un 22enne di Rieti

È nato a Rieti ed è del 1995: è il carabiniere denunciato nei giorni scorsi per aver esposto una bandiera neonazista in camera sua in caserma a Firenze. Vessillo sulla cui valenza e simbologia sono in corso gli accertamenti del caso (il carabiniere è stato denunciato alla procura ordinaria e a quella militare e c’è un’inchiesta interna dell’Arma). Il Corriere della Sera ha parlato con il giovane sulla vicenda. 

(dal Corriere della Sera) Davanti alle contestazioni dei superiori il giovane carabiniere in ferma volontaria (un periodo di prova di 4 anni previsto nelle forze armate), classe 1995, nato a Rieti, tifosissimo della Roma, è sbiancato in volto. Ha ammesso di aver appeso sopra il letto della camera, che condivide con altri tre colleghi, la bandiera del Reich (GUARDA LE FOTO), ma ha giurato di non sapere che quel vessillo della marina prussiana della Prima guerra mondiale era utilizzato da gruppi neonazisti.

«L’ho comprata su Internet — ha spiegato —, sono un appassionato di quel periodo storico, non sapevo che fosse un simbolo dei neonazisti». Poi ha raccontato d’essere anche uno studente universitario. «Mi sono iscritto alla facoltà di Storia dell’università La Sapienza di Roma — ha detto — e voglio laurearmi lavorando. Quella bandiera per me rappresenta solo un periodo storico al quale mi sono appassionato, niente di più. Chiedo scusa se ho violato i regolamenti».

CONTINUA A LEGGERE SUL CORRIERE DELLA SERA 

Foto: CdS – web ©

Print Friendly, PDF & Email