MESSAGGIO ELETTORALE A PAGAMENTO

ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO, LA CHIUSURA DEGLI STAGE È UNA FESTA

“Ciò che mi ha colpito è la pazienza e la capacità di coinvolgere le persone da parte degli operatori, soprattutto i bambini”. È una delle tante frasi con le quali gli alunni e le alunne del Liceo delle Scienze Umane, anche Economico Sociale, hanno sintetizzato l’esperienza compiuta nell’ambito dello stage di alternanza scuola-lavoro del corrente anno scolastico. Alla presenza del Prefetto di Rieti, Chiara Marolla, 73 alunni hanno ricevuto l’attestato di partecipazione allo stage che utilizzeranno ai fini dell’attribuzione del credito scolastico. Le quarte classi (4°A, 4°B, 4°C) del Liceo hanno accolto il Prefetto sulle note dell’Inno d’Italia, creando subito un clima cordiale che ha favorito gli interventi successivi da parte degli alunni e degli ospiti. La padrona di casa, Gerardina Volpe, dirigente scolastico dell’Istituto Magistrale “Elena Principessa di Napoli” ha avuto parole di saluto e ringraziamento sia per la presenza del Prefetto che per quella dei responsabili delle associazioni che hanno permesso, mediante un’apposita convenzione, la realizzazione dello stage. Non è mancato un particolare apprezzamento per la collaborazione con l’istituto comprensivo “Sacchetti Sassetti”, presente con le maestre coinvolte nel progetto e alcuni bambini. Degno di nota il dono che i bambini della scuola dell’infanzia hanno fatto al Prefetto, al dirigente e alcune insegnanti, si è trattato di alcuni fiori da loro confezionati che hanno riscosso un significativo successo. Gli studenti delle quarte classi, di contro, hanno raccolto molti giocattoli e materiale utile ai fini didattici che verrà consegnato alle maestre nei prossimi giorni. Lo stage ha permesso agli studenti di fare esperienza diretta dei contesti lavorativi e confrontarsi con le reali e ordinarie dinamiche che in esso si manifestano. Il progetto è stato spiegato dalla professoressa Montebello e dal professor Valloni; gli alunni hanno invece riassunto l’esperienza dal loro punto di vista facendo emergere delle interessanti letture di alcuni aspetti professionali. La partecipata manifestazione è stata arricchita da due importanti eventi: da una parte l’esecuzione di due applauditi brani musicali ad opera degli studenti del primo corso del liceo musicale, dall’altra l’inaugurazione, da parte del Prefetto, di un piccolo ma importante spazio museale allestito in modo permanente nell’aula magna dell’istituto magistrale. Il museo, che rappresenta come era la scuola negli anni ’30-’40, è stato salutato con entusiasmo dai presenti non solo per l’evidente apprezzamento della cura dei particolari che in esso si ravvisa, ma anche per il senso e il valore del messaggio che intende trasmettere. Foto: IST. ELENA PRINCIPESSA DI NAPOLI ©

Print Friendly, PDF & Email