MESSAGGIO ELETTORALE A PAGAMENTO

BIBLIOTECHE DI QUALITA’

Biblioteche di qualità quelle di Rieti e di Fara in Sabina secondo la Regione Lazio che nell’ultimo Burl ha decretato l’attribuzione di un vero e proprio marchio in favore di quei servizi che si distinguono per la capacità operativa, per la continuità dell’impegno, per l’attenzione rivolta al rapporto con gli utenti e per la gamma di prestazioni e iniziative. Le biblioteche comunali di Rieti e Fara in Sabina sono quelle che nella provincia di Rieti hanno ottenuto il marchio regionale. Per i siti reatini la congruità con i requisiti regionali legati al marchio di qualità sono quelli rispondenti ai criteri di flessibiltià di orari di apertura al pubblico, personale qualificato, ampiezza dei locali, vivibilità e patrimonio documentario. Ma secondo la Regione Lazio il valore aggiunto delle biblioteche di Rieti e Fara in Sabina sta anche nella presenza di una buona segnaletica interna ed esterna, nell’orientamento dei lettori, nella dotazione delle attrezzature, nei prestiti a domicilio per i portatori di handicap. Nel caso particolare di quella reatina ad incidere positivamente anche le attività culturali organizzate e le collaborazioni: tra queste spicca l’organizzazione del Premio letterario Città di Rieti Centro Italia, la presentazione di libri e la promozione della lettura. Oltre ai riconoscimenti legati alle biblioteche comunali, la Regione Lazio ha inserito i musei reatini tra quelli di interesse locale e dei sistemi di museali nell’organizzazione museale regionale. Per la provincia reatina spiccano i musei Cola Filotesio di Amatrice, il civico Lin Delija e Carlo Cesi di Antrodoco, il museo dell’olio di Castelnuovo di Farfa, quello archeologico di Fara in Sabina, Trebula Mutuesca di Monteleone, il museo civico di Rieti per la sezione storico-artistica e archeologica. Fonte: “Il Tempo” articolo di Alessandra Pasqualotto. Nella foto la biblioteca Paroniana. Foto: Emiliano Grillotti © 24 Ottobre 2010

Print Friendly, PDF & Email