casanica roberto

Casanica: “No al biometano a Vazia, M5S sta coi cittadini”

“No all’impianto Biometano di Vazia: il M5S sta con i cittadini”: lo scrive Roberto Casanica, consigliere comunale del Movimento 5 Stelle. “Domenica scorsa ho incontrato una rappresentanza del comitato spontaneo di cittadini che si battono contro la realizzazione dell’impianto a biometano che la Enersì vorrebbe realizzare nel nucleo industriale in un sito a ridosso della frazione di Vazia e Madonna del Passo. Insieme a me era presente anche Gabriele Lorenzoni parlamentare del Movimento 5 Stelle. Ho avuto modo di conoscere approfonditamente le caratteristiche di questo impianto le cui dimensioni appaiono assolutamente fuori scala rispetto alla quantità di frazione organica prodotta da Rieti e provincia, il che fa pensare che tale impianto nelle intenzioni del proponente accoglierà anche la FORSU di province limitrofe alla nostra, con un aumento del traffico veicolare nelle zone a ridosso del sito” dice Casanica.
“Fermo restando che tali impianti dovrebbero essere realizzati come estrema ratio per la chiusura del ciclo dei rifiuti, la realizzazione in quel sito appare assolutamente fuori luogo anche alla luce del regolamento comunale che vuole tali impianti a non meno di duecento metri dalle abitazioni, distanza non rispettata nel caso specifico. Senza parlare poi della vicinanza con luoghi sensibili quali il carcere, l’ospedale e gli abitati di Vazia e Madonna del Passo. Pertanto per quanto di mia competenza farò in modo che venga rispettato quanto disposto dall’art. 125 del vigente regolamento edilizio che fissa le distanze per attività riconducibili a quelle elencate nelle industrie insalubri di 1^ Classe, articolo richiamato anche dal Dirigente del V settore del Comune di Rieti in sede di rilascio del parere sulla valutazione di impatto ambientale del 20 novembre 2019, e che da solo dovrebbe essere sufficiente ad evitare che l’impianto venga realizzato in quel sito.
Inoltre solleciterò il Comune affinché dia seguito alla richiesta di 600 cittadini di convocare un consiglio comunale straordinario con lo scopo di affrontare il tema della realizzazione di questa centrale L’amministrazione comunale chiamata ad esprimere i necessari pareri a tale impianto, deve pensare a tutelare la salute dei suoi cittadini prima ancora di far quadrare i conti” conclude Casanica.

Foto: RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.