Cannon_GVN_5615_life

Pazza Npc: va sotto con Bergamo la cenerentola, poi vince 86-76. Cannon spara 32 punti | FOTO

Foto: Gianluca VANNICELLI ©

La Npc ha vinto 86-76 contro Bergamo nella sesta di ritorno. Sotto con l’ultima in classifica, la squadra di Rossi si sveglia nel corso del match anche grazie alla prestazione di Cannon (32 punti). Si tratta della terza vittoria di fila. Ventidue i punti per la Npc in classifica. Durante la gara, fischi per Dario Zucca e omaggio a Federico Carucci.

LEGGI IL TABELLINO

(di Roberto Pentuzzi) Arriva la terza vittoria consecutiva per la Npc Rieti, che batte una coriacea Bergamo 86-76. Senza Pastore e Zucca, il primo infortunato, il secondo fuori per scelta tecnica, Rieti vince grazie un immenso Jalen Cannon realizza 32 punti, in doppia cifra con lui Stefanelli, Vildera e Raffa, per Bergamo Carroll, Allodi, Jackson e Zugno.

Inizio col botto per la Npc, che costringe l’allenatore di Bergamo, Marco Calvani, a chiamare un minuto di sospensione, dopo soli 3 minuti scarsi sul vantaggio reatino di 10-3, frutto delle triple di Stefanelli e Cannon. La decisione del coach ex Roma è efficacissima, gli ospiti in maglia nera piazzano un break di 8-0 e passano avanti, 10-11, grazie ai punti di Jackson e Zugno. Si scalda anche l’altro americano Carroll, invece per Rieti capitan Vildera sbaglia soluzioni facili sotto canestro. Zugno e compagni portano il vantaggio fino al decimo minuto e si chiudo il primo round con sorpresa, 14-24.

I ragazzi di coach Rossi devono recuperare 10 punti e ne hanno tutto il tempo, buon per la Zeus che Giovanni Vildera trova la giusta concentrazione e va in doppia cifra, i lunghi devono fare gli straordinari, perché per ora il coach ha deciso di non utilizzare Zucca, contestato ad inizio gara dai tifosi, preferendo rischiare il giovane Nikolic.

Parravicini per Bergamo è in serata come Carroll e Jackson, a 2 minuti dal riposo i lombardi sono ancora avanti, 30-36. Il rientro in campo di Raffa da di nuovo ritmo alla Npc, soprattutto rimette in moto Jalen Cannon, che realizza 4 punti consecutivi e riporta l’equilibrio sul tabellone, si va al riposo sul 37-39, nonostante le percentuali di Bergamo da tre,  8/15 in 20 minuti.

Terzo quarto molto combattuto, con le difese strette dentro il pitturato, ma che lasciano spazio ai tiri dai 6,25, per Bergamo segnano tutti dalla lunga, Rieti trova un super Cannon, anche tiratore, 4/4 per lui. La gara è equilibrata, la Npc ha provato ad allungare, ma i lombardi hanno ribattuto colpo su colpo, realizzando ben 36 punti da tre, sui totali 58, amarantocelesti avanti 62-58 al trentesimo.

Raffa mette subito il turbo, ma quando in squadra hai un giocatore come Jalen Cannon, in grado di solvere la partita da solo, per chi gioca contro si fa dura, nonostante le scorribande di Jackson, che prende per mano i suoi, gravato di 4 falli, prova a sfondare in ogni modo la difesa reatina. A metà tempo il punteggio è 79-67, si infortuna Raffa, rientra Filoni, a lungo in panchina, anch’egli con 4 falli.  Bergamo non si ferma nelle triple, Jackson piazza l’ennesima, rimette equilibrio in campo a due minuti e mezzo dalla fine, 79-72, la gara è ancora tutta da giocare.

Momento decisivo, Rossi decide di rimandare in campo l’esperto Anthony Raffa, ancora un minuto e mezzo da giocare, l’americano piazza una grande tripla, probabilmente decisiva, poi segna Vildera da sotto, 84-72.

Zugno mette paura al PalaSojourner, Calvani ordina pressing e raddoppi aggressivi, 84-76, ma in campo Raffa e Passera amministrano con calma e portano a casa una vittoria importantissima.

Print Friendly, PDF & Email