caneo344

Clamoroso Rieti calcio: torna Bruno Caneo in panchina. Via Beni dopo due ko

(di Matteo Dionisi e Christian Diociaiuti) Sta per accadere (ancora) del clamoroso nel Rieti calcio. Secondo fonti riservate, la società amarantoceleste prepara il ritorno di Bruno Caneo alla guida della squadra ultima in classifica con 8 punti. I contatti sono aumentati nelle ultime ore e il Rieti va verso questa decisione per due motivi: i risultati negativi della brevissima gestione Beni (due scontri diretti, due sconfitte con Rende e Picerno) e il fatto che il tecnico sardo ma che abita a Brescello è ancora a libro paga del Rieti in quanto esonerato e non dimissionario. Stasera in programma un summit sulla sorte di Beni: si studierà una exit strategy per l’allenatore di San Benedetto. In vista esonero, dimissioni o la proposta – di difficile attuazione – di far parte dello staff di Caneo.

Dopo il bruciante 1-0 col Picerno di sabato la tifoseria è stata implacabile, commentando negativamente la gestione Beni. La stima per Caneo non si è mai sopita da un mese a questa parte (i tifosi bruciarono anche gli abbonamenti per il suo esonero), più volte tirato in ballo nei café social su Facebook. Il ritorno di Caneo, va da sé, porterà ai saluti con Roberto Beni dopo neanche due giornate (Rende pre-sosta e Picerno nello scorso weekend). Caneo, dalla sua presentazione del 21 ottobre, sulla panchina del Rieti ha conquistato praticamente tutti i punti di cui dispone il Rieti (eccezion fatta per il successo conquistato da Lorenzo Pezzotti e considerata la penalizzazione di 4 punti) battendo Viterbese, Cavese e pareggiando con Francavilla e Bisceglie. Da ricordare che Caneo si è ritrovato nel pieno della protesta per i mancati pagamenti degli stipendi (incluso il clou della mancata presentazione in Rieti-Reggina).

A difesa di Beni l’arrivo alla guida di una squadra a dir poco spaesata dalla crisi di fine 2019 e l’ok a una sfida non facile, considerando gli addii di giocatori titolarissimi  come Palma, Gigli e Marcheggiani e un mercato in entrata certo non all’altezza – finora – delle ambizioni salvezza del Rieti.

Gli sviluppi ci saranno in queste ore e probabilmente prima di Bari-Rieti di domenica alle 15. Chiaro che il ritorno di Caneo indirizzerebbe fortemente il mercato e i progetti fatti finora dal diesse Minguzzi (a proposito, ma Di Santo dov’è?). Come si inseriranno, poi, i neoarrivati nell’idea di gioco di Caneo? Nelle prossime ore, le risposte.

Foto: RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.