Filloni_GVN_1307_LIFE

Npc, dolce ritorno al PalaSojourner: battuta la Novipiù Casale 82-58 | FOTO

Foto: Gianluca VANNICELLI ©

La Npc Rieti torna a vincere dopo due ko esterni. È la quotata Novipiù Casale Monferrato a cadere al PalaSojourner. Vince Rieti 82-58.

Gara equilibrata per tre quarti, ma nel finale Rieti riesce a spuntarla dilagando.

Prima del match applausi per il cantante reatino Davide Rossi e cordoglio per la morte del vigile del fuoco Andrea Faraglia, grande appassionato di pallacanestro.

IL TABELLINO

(di Roberto Pentuzzi) La Npc Rieti interrompe la serie negativa e strapazza in maniera inaspettata la forte Novipiù Casale Monferrato 82-58, muovendo la classifica e salendo a 14 punti. Grande partita di Stefanelli, il miglior realizzatore è stato Vildera, in doppia cifra anche Passera e Cannon. Buona la gara dell’ex Tomasini per i piemontesi, molto nervoso e poco produttivo Sims.

 

In un clima tutt’altro che natalizio, la partita è iniziata con precisione al tiro per Casale, alcuni errori per la Npc, soprattutto con il pubblico più polemico del solito, ha contestato alcuni tiri sbagliati di Brown, il quale non ha gradito. Tomasini è uno dei 2 ex in campo, insieme a Sims, e decide di fare sul serio, mette a segno 9 punti ed è momentaneamente il miglior marcatore dell’incontro. Capitan Vildera non ci sta, dopo un errore iniziale, infila anche lui 8 punti per la Npc, Cannon subisce fallo sotto canestro  ed esce dolorante, al suo posto entra Nikolic. Pochi minuti e Rossi cambia ancora, fuori Brown, ma per fortuna può rientrare Cannon, la difesa di Rieti non concede un centimetro, Casale sbaglia molto ed i padroni di casa riescono a chiudere avanti il primo quarto 20-19.

Iniziano i secondi dieci minuti con quattro quinti di giocatori che escono dalla panchina per la Npc: Fumagalli, Filoni, Pastore e Zucca, tengono bene il campo, anche se il rientro in campo di Stefanelli produce un piccolo break 29-26. Tomasini e Sims rovesciano il punteggio 29-32. Per Casale il più pericoloso in questa fase è Roberts, anche coach Ferrari non molla mai in difesa, il punteggio è basso, ma la Zeus chiude ancora in vantaggio, 38-36, nonostante il roster avversario sia di primo livello.

Nessuna delle due squadre prende in mano la gara, equilibrio in campo ed ancora difese forti, Roberts e Tomasini sono gli unici che producono punti, Sims e Martinoni non hanno vita facile con Cannon e Vildera, Passera gestisce bene il gioco per la Npc. A 2 minuti dal termine una piccola svolta, Sims commette il quarto fallo e protesta vivacemente, Casale si innervosisce, Rieti la mette sul piano fisico e va avanti 57-49 con Zucca e Cannon. Un fischio arbitrale dubbio è contestato dal pubblico, che finalmente si sente un po’ più coinvolto, ed una azione rocambolesca, consentono agli ospiti di riavvicinarsi al trentesimo, 59-53, anche se la partita è bruttina e le percentuali da 3 sono bassissime, 13%.

Ultima frazione in cui Stefanelli accende la Npc, Martinoni cerca spazio, ma l’intensità difensiva dei lunghi reatini è tantissima e costringe Casale a giocare male, ogni attacco è difficile da portare a casa, la Npc sente il vantaggio di giocare in casa, si carica, sbaglia, ma lotta e poi segna, la massima espressione è il capitano Vildera, 75-56 con 2 schiacciate consecutive, prima Filoni, poi Cannon su altrettante palle rubate. Tutti lottano come leoni, a questo punto il canestro degli amarantocelesti diventa come una vasca da bagno, segnano Vildera, Stefanelli e Pastore, la Novipiù è bloccata, Rieti dilaga oltre ogni previsione, 82-59.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.