Rieti-EuroBK_Gruppo_DAN_5114

La Npc resuscita la cenerentola Eurobasket. Prima caduta in casa: 72-85 | FOTO

Foto: Daniele CESARETTI ©

In una partita punto a punto nonostante la differenza di classifica (Rieti a 8, Eurobasket a 0), la Npc perde in casa con la Leonis Roma, regalando ai capitolini di Maffezzoli i primi due punti. Finale 72-85.

 

IL TABELLINO
(di Roberto Pentuzzi) La Npc spreca la prima possibilità di effettuare il filotto, viste le due partite consecutive casalinghe, e perde malamente davanti ad un PalaSojourner abbastanza pieno, 72-85. Per l’Eurobasket si sente, eccome, la nuova mano di coach Massimo Maffezzoli, che ha messo in grande difficoltá la Zeus, con le scelte difensive e mandando in doppia cifra ben 6 giocatori: Miles, Viglianisi, Fanti, Loschi, Fattori e Taylor, per Rieti da salvare Cannon e Stefanelli.

L’inizio della gara vede una Eurobasket molto concentrata, la novità per Rieti è la scelta del play titolare, per la seconda volta consecutiva coach Rossi sceglie Fumagalli e non Passera, la Zeus fatica a prendere in mano il match, Miles, Fattori e Taylor si alternano nell’andare a canestro, la difesa dei padroni di casa non è così attenta. È sterile soprattutto l’approccio di Brown, Vildera è impreciso, Rossi cambia qualcosa, la squadra gioca meglio con Pastore, Filoni e Zucca. Impatta sul 20 pari, ma poi una banalità difensiva regala una palla agli avversari, Fanti ne approfitta e permette a Roma di chiudere avanti il primo periodo, 20-25.

Cresce il rendimento degli americani della Npc, per diversi minuti segnano sempre Cannon e Brown, è sapiente la scelta del gioco di Stefanelli che mette a referto 2 assist preziosi, la squadra di coach Massimo Maffezzoli sembra accusare un po’ di stanchezza, visti i ritmi alti della partita, ma Rieti non ne approfitta, Taylor riaccorcia le distanze, 37-33. Allora l’ingresso in campo di Fanti è oro colato per Roma, realizza 9 punti e porta di nuovo in vantaggio la sua squadra ad un minuto dal riposo, 37-38. Npc sempre più imprecisa in attacco in questa fase, una bomba di Chinellato regala il massimo vantaggio agli ospiti dopo 20 minuti di gioco, 39-43, raramente Vildera e compagni subiscono così tanti punti in casa.

Prosegue il grande equilibrio sul parquet del PalaSojourner, anche se a condurre a metà quarto è Rieti, 53-50, grazie alle triple di Stefanelli, però Brown continua a perdere palloni e commettere falli, ma l’Eurobasket ha deciso di giocare la miglior partita finora, torna in vantaggio con Fattori, 53-54. Gli amarantocelesti sono molto imprecisi dall’arco e faticano a trovare la via del canestro.
Per loro fortuna in campo c’è la classe di Stefanelli e la determinazione di Cannon, ma Taylor non molla, i 30 minuti si chiudono sul 60-59, a metà tempo i romani perdono il play americano Miles per un infortunio al ginocchio.
Come spesso accade, quando un gruppo perde il giocatore più importante, si compatta e rende al massimo, Fattori mette ancora una tripla, 62-64, nonostante Filoni abbia piazzato la seconda schiacciata in contropiede. Rieti soffre la difesa a zona decisa da Maffezzoli, solo ferro da tre per i reatini, Rossi mette addirittura 4 piccoli in campo, con il solo Cannon a lottare sotto i tabelloni. Taylor ne approfitta, ma escono bene anche Loschi e soprattutto ancora una volta Fanti fa una gran partita contro la Npc, sostituendo alla grande Miles, 65-71 con 3 minuti e mezzo da giocare.
L’Eurobasket prende ulteriore margine con due magie dalla lunga di Loschi, 69-79, ultimo minuto. I tantissimi errori dalla lunga della Npc costano carissimi, l’unico da salvare è Stefanelli, male i due play Fumagalli e Passera, molto confusionaria la prova di Brown.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.