arf_workshop_pc_programma_A4_fronte-retro

Salvataggi sul fiume ed evacuazione del Comune con le corde: un weekend con la Protezione Civile in centro

Foto: Massimo RENZI ©

(ch.di.) Un salvataggio con attraversamento del fiume. E ancora: evacuazione con la corda dal palazzo comunale. Ma anche formazione nelle scuole e approfondimento su “Disabilità e emergenze”. Tre giorni dedicati alla Protezione Civile nel weekend, 20, 21 e 22 settembre. L’evento si chiama Safety Happening Rush Ar Unfold ed è stato presentato oggi in Comune. Voluto da Protezione Civile Regione Lazio, Alessandro Rinaldi Foundation col supporto di Protezione Civile Divino Amore e Cov Lazio, punta a suscitare la curiosità dei reatini e soprattutto sensibilizzare sulla Protezione Civile e sul suo lavoro, ma anche sui rischi del territorio. Dimostrazioni pratiche per capire cosa accade in caso di catastrofe e di emergenza, fatte peraltro nel cuore della movida reatina, per colpire più persone possibile. Ecco la missione dell’iniziativa.
LE PRESENTAZIONI Federico Rinaldi lancia l’iniziativa: “Per noi in questo tipo di attività è prioritario coinvolgere scuole e parlare di disabilità. Un weekend sulla Protezione Civile che spero sia d’insegnamento per tanti”. Rilancia l’assessore comunale con delega alla Protezione Civile, Onorina Domeniconi:”Queste iniziative sono lodevoli, coinvolgere bambini e disabili è fondamentale”. Il direttore dell’agenzia regionale di Protezione Civile, Carmelo Tulumello, entra nel dettaglio: “Abbiamo raccolto l’invito della Ar Foundation con piacere. Pur essendo il Reatino territorio che esprime tutti i fattori di rischio, è paradossalmente il posto con minor numero di associazioni. Dobbiamo sempre ricorrere al sistema regionale per sopperire alla necessità. Quando ci è stato chiesto di investire in questa iniziativa lo abbiamo fatto con piacere. Lo facciamo per far capire quanto è bello fare il volontario di Protezione Civile. Abbiamo scelto location frequentate perché faremo vedere cose spettacolari e mostrare sanno fare i volontari di Protezione Civile”. Marco Lorentini responsabile Cov Regione Lazio: “Con una serie di attività cercheremo di ipotizzare scenari che richiamano rischi del territorio. I protagonisti saranno i cittadini e le associazioni di Protezione Civile reatine (una trentina, non moltissime, ndr)”.

IL PROGRAMMA – Ci sarà una parte formativa, dedicata alle scuole (con prova d’evacuazione pratica ma anche giochi istruttivi) e focalizzata all’emergenza e alla disabilità. Ma spettacolari saranno le operazioni e le simulazioni dal vivo e in centro. Come ad esempio l’operazione al Ponte Romano, venerdì sera, con la realizzazione di una teleferica sul fiume per evacuare una palazzina, con conseguente attraversamento del Velino, anche in orario serale grazie alle torri faro. Il sabato sarà dedicato a scuole e disabili per la gestione in emergenza (col coinvolgimento dell’istituto Minervini Sisti e dell’Arfh). Prove di evacuazione, in cui saranno impegnati anche gruppi cinofili ma anche un focus per fissare le operazioni di salvataggio di chi è diversamente abile. E domenica mattina, mentre verrà allestita una mostra statica di mezzi e attrezzature, verrà effettuata una simulazione di evacuazione con calate dalla torre del Comune. Anche qui si parla di una operazione di assoluto impatto e da seguire.

Qui il programma completo: Ar Rush PROGRAMMA COMPLETO

Foto: AR FOUNDATION ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.