Delusione_Mariani_GV1_1753_life

GALLERY – Rieti, la domenica più amara. Rimonta Bari e ko. Mariani: “Devo ancora capire se è un suicidio o meno…”

Foto: Gianluca VANNICELLI ©
(di Matteo Dionisi) Al termine del match che ha visto vincere il Bari in rimonta con un rigore al 94′ per 2-1 allo Scopigno, con tante polemiche per gli episodi, i due tecnici hanno parlato così nel post-gara. Un gol annullato a Antenucci, poi il rigore per il Rieti causato da Sabbione su Tirelli e realizzato da Marcheggiani; e ancora, il pari di Ferrari con deviazione di Aquilanti e il rigore decisivo, scaturito da un tocco di mano in area di Gigli, col capitano sul pallone mentre cade opponendosi a un’offensiva di Ferrari: questi gli episodi su cui ragionare nel match.
MARIANI – “Quel fallo di Tirelli ci ha scosso un po’ – dice Mariani parlando del rosso al vicecapitano che lascia il Rieti in 10′ per venti minuti – però dopo ci siamo rimessi in partita. Loro hanno mosso ben 4 volte il modulo tattico ma non ci siamo scomposti, i ragazzi ci hanno regalato una partita quasi perfetta. Da martedì dobbiamo riprendere subito a lavorare. Tirelli non deve sentire nessuna responsabilità, è un giocatore importante per questa categoria e credo che il fallo sia arrivato per eccesso di foga agonistica, sono convinto che riprenderemo con molta più forza dalla prossima gara. Voglio ringraziare Marchi che è venuto allo stadio: non parlo mai della terna arbitrale, guardo solo il campo e quello che fanno i miei giocatori. Continuando così possiamo dire assolutamente la nostra in campionato, ce la possiamo giocare con tutti. Quel rigore però al 94′ non lo dobbiamo prendere mai. Non parlo mai della terna. Ora devo capire se è stato un suicidio o meno” conclude Mariani, parlando appunto del vantaggio dilapidato dal Rieti dopo il gol segnato da Marcheggiani (guarda il video) e a causa delle decisioni arbitrali molto discusse (che hanno, nel finale, acceso la forte protesta di tutto lo stadio, mentre i baresi festeggiavano).
CORNACCHINI– “Non abbiamo mai subito un tiro in porta. Sono soddisfatto dei miei, sappiamo che dobbiamo migliorare in molte cose. Quando loro sono rimasti in 10 ho pensato che potevamo farcela e ho cercato di cambiare qualcosa. Siamo molto felici del risultato: siamo sulla strada giusta, credo che giocando a 3 siamo migliorati. Mi aspettavo un Rieti così e che fosse una partita molto dura, hanno preso giocatori di categoria e nessuno pensava che sarebbe stata una passeggiata venire qui” ha detto il tecnico ospite. Il Bari ha giocato davanti a Luigi De Laurentiis, in trasferta per la prima volta a seguire i suoi.
Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.