news_img1_78243_sanfrancesco

“Via di Francesco, al via il Piano Programmatico per il Rilancio”

Sabato 11 Maggio, a Poggio Mirteto, in una sala Consiliare gremita, si è svolto il primo Comitato d’indirizzo del neo-costituito “Accordo di programma per la Valorizzazione della Via di Francesco”; un ampio partenariato pubblico, aperto a tutti i Comuni attraversati dal tracciato laziale recentemente ufficializzato dall’Assessorato al Turismo regionale e sostenuto da Istituti, imprese e associazioni che ha già ricevuto l’adesione di circa 16 Enti, la maggior parte dei quali lo hanno approvato all’unanimità dei propri consigli comunali. “Un atto di responsabilità da parte dei Sindaci nei confronti delle comunità locali che lo hanno promosso e sollecitato” – lo ha definito l’Assessore di Poggio Mirteto, l’Avv. Cristina Rinaldi che ha organizzato l’incontro.

“Il riconoscimento per un lavoro capillare sul tracciato, svolto nei due anni precedenti, da un’ampia compagine territoriale – ha dichiarato l’Avv. Egisto Colamedici, Sindaco di Selci, nominato primo Rappresentante dell’Accordo, dai Colleghi Sindaci riuniti a Poggio Mirteto che gli hanno riconosciuto il merito della proposta aggregativa. Ed erano davvero numerosi i Comuni della Via di Francesco presenti: dai confini con l’Umbria, con il Sindaco Angelici di Configni, il dott. Federico Vittori di Collevecchio ed il Consigliere delegato Tonnina di Torri in Sabina; c’erano anche Comuni strategici per la Via di Francesco nel Lazio, come Fara in Sabina che ha partecipato con l’Ass.re Paola Trambusti; il Sindaco Lupi di Monterotondo, tra i “decani” della Via di Francesco; la consigliera delegata Cocilova di Mentana, il vice-sindaco di Castelnuovo di Farfa, Enzo Mei. Tra le lettere pervenute dagli amministratori che non hanno potuto partecipare all’incontro, pur rinnovando la volontà di aderire all’Accordo, da segnalare la nota inviata dal Vice Presidente del Terzo Municipio di Roma Capitale, l’ing. Stefano Sampaolo. A Colamedici, la responsabilità traghettare l’Accordo verso la sua definitiva composizione e di attuare il programma operativo condiviso. Incaricata anche la Segreteria Operativa che supporterà il comitato d’indirizzo formato dai Sindaci o loro delegati; Si tratta di Andrea Morbidelli, Presidente della Rete Associativa della Via di Francesco nel Lazio, realtà che aggrega numerose associazioni che in questi ultimi anni sono state l’unico vero punto di riferimento per i pellegrini che hanno intrapreso il cammino; l’altro componente è il Dott. Salvatore Paruta, manager della Rete tra Imprese della Sabina, al lavoro della quale si deve il riconoscimento della Direttrice Tiberina della Via di Francesco da parte della Regione Lazio. “Volontà politica, competenza e professionalità a disposizione di uno dei più bei percorsi di pellegrinaggio italiani che è prima di tutto un patrimonio socio-culturale ed un’opportunità di incontro per le comunità locali oltre che un eccezionale prodotto turistico da valorizzare”.

Ed è subito operativo e concreto l’elenco delle azioni e degli interventi approvati per il 2019. Si partirà con il piano della Marcatura che consisterà nel calendarizzare tra maggio e luglio il lavoro di posizionamento dei tipici segnali giallo/blu, sulle cortecce degli alberi o sui grandi massi, per permettere ai pellegrini di orientarsi nei punti più difficili. Contestualmente sarà la volta degli incontri di sensibilizzazione delle comunità locali con esperti che parleranno di Cammini e Accoglienza con le imprese, di marcatura e accompagnamento con le associazioni, di promozione con le pro-loco, di valorizzazione con le scuole e i centri anziani; obiettivo prioritario, incrementare la qualità dell’accoglienza e rendere unica l’esperienza di visita dei pellegrini. Infine, ma non meno importante, saranno coinvolte a partecipare tutte le istituzioni che già si sono rese disponibili a collaborare con L’accordo; a partire dalla Diocesi di Sabina-Poggio Mirteto con la quale vanno censite le strutture che potranno offrire accoglienza a donativo; con la Regione Lazio per discutere sui miglioramenti suggeriti dalle schede di criticità consegnate lo scorso novembre, in occasione della certificazione del tracciato; Con la Provincia ed il Comune di Rieti per una promozione unitaria e coerente della Via di Francesco nel Lazio.

Foto: RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.