telefono-660x350-2

“Paga o tuo figlio va in carcere” aumentano le segnalazioni di truffe ai danni di anziani

Continuano le segnalazioni in redazione di tentativi di truffa, soprattutto ai danni di anziani. In tanti, infatti, segnalano sospetti falsi incaricati che si aggirano tra i quartieri della città o nei paesi del Reatino, nella speranza che qualcuno cada nel tranello per farsi aprire e portare via soldi e preziosi. Ma oltre ai falsi incaricati delle società di acqua, luce o gas (quelli veri non chiedono il pagamento di bollette) si aggiungono anche le articolate truffe telefoniche, in cui uno o più malviventi intimoriscono il malcapitato, spesso anziano, colpendolo lì dove e più fragile.

Sono ben tre le segnalazioni arrivate in redazione negli ultimi giorni, due da due diversi quartieri reatini e una da un Comune non lontano dalla città. “Signora, suo figlio ha causato un grave incidente. Ora la faccio parlare con l’avvocato e i Carabinieri: lei ci deve pagare perché suo figlio aveva l’assicurazione scaduta, altrimenti lo arrestiano”. Nei tre casi segnalati la truffa non e andata a buon fine, anche grazie alla scaltrezza delle vittime o alla prontezza dei figli che si sono rivolti a RietiLife per invitare tutti a diffidare e a segnalare alle forze dell’ordine chiamate o movimenti sospetti.

Foto: RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email