Gondo_EGR_7636_life

Capuano festeggia un mese a Rieti sfidando la Sicula Leonzio: “La squadra cresce, ci salviamo”

(di Christian Diociaiuti) “La sosta ci ha aiutato nell’amalgamare la squadra. Sotto l’aspetto organico e muscolare ma anche tattico. Dopo la prestazione di Cava ci avrebbe fatto bene giocare, ma devo dire che abbiamo avuto occasione di conoscerci. Domani mi aspetto una crescita”: il tecnico Ezio Capuano presenta così la partita contro la Sicula Leonzio, in programma alle 14.30 allo stadio Scopigno. Attesa una buona cornice di pubblico, visto che il club ha consegnato un migliaio di ticket gratuiti per i bimbi della città. “La Sicula è forte. Puntano ai playoff. Ma noi ce la siamo sempre giocata con tutti. Inutile dire che vogliamo vincere, dobbiamo farlo con intelligenza”. dice Capuano. PROGRAMMA E CLASSIFICA

MAISTRO E PEPE – Rientra il caso Maistro, con Pepe invece l’addio è solo una formalità. “Maistro è un ragazzo, ha vissuto la delusione avuta per il mancato passaggio al Parma – dice Capuano – Uno sfogo da ragazzino, ma capitelo. Ci ho parlato. Da parte sua, comunque, l’impegno non è mancato, il mercato lo ha svuotato di responsabilità. È un giocatore diverso. E a giugno avrà sicuramente la sua opportunità”. E su Pepe (leggi), Capuano è chiaro: “Gli ho dato gran fiducia è un ottimo giocatore. Ma non si è adeguato al mio credo calcistico: ho dato dei codici che non sono stati rispettati e se tu fai il contrario, è difficile che io ti rimetta in campo. Nella sostituzione di Francavilla andò a casa. E questo non è bello per il gruppo. Il Rieti, un club serio, e un allenatore con esperienza come me non permettono questi comportamenti. Auguro il meglio a Pepe”.

DUBBI – Con l’assenza di Marchi e le novità del mercato, inevitabilmente ci sarà qualche cambiamento. “Ho diverse soluzioni, non sarà un problema” dice il tecnico. Novità, a partire dalla porta: “Negli allenamenti ho provato più Marcone per farlo ambientare. Costa lo stimo tantissimo, ma Marcone non ha bisogno di presentazioni, ha spesso giocato in B. Abbiamo preso un portiere di esperienza. Probabilissimo che lo mandi in campo”. Maistro potrebbe fare il centrale di centrocampo, dando una mano alle due due punte. E Carpani? “Ha avuto un infortunio a marzo. È forte, se non avesse avuto quell’infortunio non sarebbe stato in C. Che ci abbia scelto ci inorgoglisce. Non so se ha 90′ ma può essere della gara, non so se dall’inizio”.

UN MESE A RIETI – “Un mese qui? Non vivo molto Rieti – risponde Capuano – ma c’è una grande crescita dei ragazzi, a livello di tattica individuale e collettiva. Una squadra vera, compatta. Sembra che li alleno da una vita, alcuni sono qui solo da una settimana. Sono entusiasmato dalla qualità delle persone e dalle volontà del presidente. Sono sempre più fiero e orgoglioso di aver scelto Rieti. Speriamo di raggiungere l’obiettivo e che non ci sia attenzione, a fine stagione, solo su Maistro ma anche su altri giocatori. Ci sono Xavi, Konate, Garofalo, Delli Carri. Tutti ottimi prospetti. Sul mercato qualcuno ci ha dato 8 come voto. Un orgoglio per Malù, per il presidente, per Gianni e Di Santo. Sono stati bravi. Portare questo tipo di giocatori in una squadra che si deve salvare significa avere una grande credibilità in questo mondo della Serie C”.

ASSETTO – Capuano non vede i suoi scendere in campo per un match ufficiale da 10 giorni. Ha sostenuto un’amichevole, vinta, con la Berretti e in allenamento ha provato, cercando di amalgamarli, i nuovi arrivati. Per il match con la Sicula non avrà lo squalificato Marchi e anche lo stesso Capuano, con il suo vice, sono out. Chi guiderà la squadra dalla panchina? Domenico De Simone, collaboratore tecnico-tattico. Capitolo difesa: senza Pepe c’è bisogno di un altro difensore nei tre. E allora con i quasi certi Delli Carri e Gigli, spazio a Scardala (o Mattia). Gli esterni vedranno agire Brumat e Zanchi (anche Tiraferri scalpita); a centrocampo senza Marchi, Capuano dovrebbe puntare su Maistro centrale, sostenuto da Palma e Konate. A questo punto, Gondo potrebbe giocare  in coppia con Cernigoi in attacco.

PORTA – La novità, come detto, è attesa anche in porta. Costa, infatti, potrebbe lasciare spazio al neoarrivato Richard Marcone, più volte al centro degli allenamenti. Gli ultimi dubbi verranno sciolti domani, alla compilazione della distinta, ma che si vada questa piccola rivoluzione sembra sempre più probabile.

AVVERSARI – La Sicula Leonzio dell’ex Giunta (leggi), nell’ultima uscita ha perso 3-2 con la Cavese, a sua volta l’ultima squadra che il Rieti ha affrontato il 28 gennaio. Tornando alla Sicula, Torrente nell’ultima uscita ha utilizzato un 4-3-3 con Pane tra i plai; De Rossi, Aquilanti, Laezza e Squillace. D’Angelo, G.Esposito e Marano; Dubickas, Miracoli e Gammone davanti. All’andata finì 1-0 per il Rieti: segnò Pepe, che ad oggi è un calciatore del Rieti che però non si allena in amarantocleste da 15 giorni e prossimo alla rescissione ufficiale.

BABY GIORNATA – Nell’ambito del progetto “Il Calcio e le ore di Lezione” promosso dalla Figc, ha indetto la Baby Giornata Amarantoceleste. Nella settimana dal 4 al 9 febbraio i calciatori sono stati ospiti di tutte le scuole primarie e secondarie di primo grado per consegnare i biglietti omaggio della gara in programma il 10 febbraio allo stadio “Manlio Scopigno” contro la Sicula Leonzio. È stata la prima occasione di confronto tra i calciatori e gli studenti per poi avviare la seconda fase del progetto che consisterà in vere e proprie ore di lezione che saranno tenute da calciatori, dirigenti e staff tecnico sui valori dello sport aventi per oggetto il rispetto, il fair play, l’inclusione, la non violenza e il tifo corretto. “Ricordiamo che il biglietto omaggio è valido soltanto per lo studente che dovrà essere obbligatoriamente accompagnato da un adulto in possesso di regolare abbonamento o biglietto per tutti i settori” scrive il Rieti.

TERNA – La terna arbitrale di Rieti-Sicula Leonzio è composta da Marco Rossetti di Ancona, assistenti Francesco Ciancaglini di Vasto e Francesca Di Monte di Chieti. Per Rossetti due apparizioni quest’anno nel Girone C con 3 cartellini gialli in totale, nessun cartellino rosso e nessun calcio di rigore assegnato. Nel complesso in questa stagione sono 9 le gare dirette in Serie C con: 26 cartellini gialli, 3 cartellini rossi e 3 penalty assegnati.

LUTTO – La Lega Pro si unisce nel ricordo di giovani vite spezzate ed ha disposto un minuto di raccoglimento con la fascia del lutto al braccio dei calciatori, in occasione di tutte le gare in programma nei giorni 9,10 e 11 febbraio. “E’ un gesto di vicinanza da parte della stessa Lega e dei suoi club – dichiara Francesco Ghirelli, Presidente Lega Pro- per commemorare i giovani calciatori e i dipendenti , vittime dell’incendio al centro sportivo del Flamengo in Brasile. Giovani che inseguivano un sogno legato al calcio. Si scenderà in campo anche per questi giovani calciatori per ricordarli e per affermare la forza della vita”.

Foto: RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.