DerbyFutsalRieti

Esposito vs Romano, che derby reatino in Serie A! “Sei un amico ma domenica ti batto”. “No, adesso tocca a me”

(di Martina Di Lorenzo) Domenica alle 21 torna in campo il Real Rieti che questa volta al PalaMalfatti in campionato sfida il Civitella Colormax dopo l’accesso in Final Four di Coppa della Divisione. Sarà un match con due protagonisti reatini: il numero 3 e vice capitano amarantoceleste Matteo Esposito e in maglia Civitella l’ex Real Andrea Romano che è da poco tornato a disposizione di mister Palusci dopo l’infortunio che l’ha tenuto fuori dal parquet di gioco per tre mesi. I due giovani reatini si sono prestati ad un botta e risposta pre-match con RietiLife.

Com’è stato per te il 2018?

E: “Il 2018 è iniziato in maniera negativa per via dell’infortunio al dito del piede. Ma poi piano piano è evoluto in positivo: prima con il raggiungimento della semifinale scudetto, poi con la nazionale e adesso con l’accesso diretto alle Final Eight e, martedì scorso, la Final Four”.

R: “Il 2018 è stato un anno sicuramente positivo per me, è stato l’anno in cui sono passato al Civitella raggiungendo la promozione in serie A, e ottenendo tante soddisfazioni. Dell’ultimo periodo non posso dire lo stesso, visto che sono stato tre mesi fuori per infortunio, ma ho lavorato tanto per tornare in condizione e per riniziare alla grande”.

Cosa ti aspetti dal nuovo anno?

E: “Dal 2019 mi aspetto una crescita, caratteriale e sportiva. Sono finalmente arrivato a ritagliarmi un mio spazio in una squadra davvero forte, adesso devo cercare di migliorarmi per arrivare al livello dei miei compagni di squadra”.

R: “Dal nuovo anno sicuramente mi aspetto tanto. Mi aspetto finalmente di giocare da protagonista in questa categoria e di poter far bene, visto i tanti sacrifici fatti per arrivare dove sono ora”.

Quale sarebbe la più grande soddisfazione o desiderio che vorresti si avverasse?

E: “Il desiderio più grande è la vittoria di un trofeo con la maglia della mia città”.

R: “Il mio più grande sogno è sempre lo stesso, un sogno ma più che altro un obiettivo: quello di indossare la maglia della Nazionale”.

Come vedi il match di domenica?

E: “La partita di domenica nasconde molte insidie. Sia noi che il Civitella veniamo da una vittoria con l’Acqua e Sapone, ma la nostra si porta dietro delle scorie dovute alla fatica fisica e mentale, per esempio l’infortunio di Nicolodi. Sarà un match da giocare con la massima attenzione e dedizione. Non dobbiamo fare l’errore di sentirci appagati dalla vittoria di martedì, anche perchè il campionato è un’altra competizione dove è importante rimanere al vertice”.

R: “Della partita di domenica sappiamo che sarà una partita sicuramente molto difficile. La rosa del Real è molto forte e molto competitiva; veniamo entrambe da un periodo positivo, quindi sicuramente ci sarà da divertirsi”.

Cosa pensi del tuo “avversario” concittadino?

E: “Su Andrea avrei mille cose da dire. È prima di tutto un amico oltre che un ex compagno. Sarà stimolante e allo stesso tempo divertente trovarmelo di fronte. È un ottimo giocatore e anche se quest’anno la fortuna non è stata dalla sua fino a questo momento sono sicuro che riuscirà a dimostrare tutto il suo valore. Ovviamente a partire dalla partita di campionato successiva a quella di domenica…”.

R: “Sono contento che Matteo stia dimostrando il suo valore. Abbiamo affrontato tanti allenamenti e tante partite insieme e sappiamo entrambi quanti sacrifici abbiamo fatto per arrivare dove siamo ora. Lui ha già dimostrato di poter essere protagonista in questa categoria e ora toccherà a me. Magari iniziando proprio dalla partita di domenica. Chiaramente a suo discapito ma questo fa parte del gioco!”

Foto: RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email